Politica

Avola, misura cautelare per dipendente comunale, il sindaco Cannata: “Accadimento non getti ombra sugli uffici”

AVOLA – “Sono certo che la magistratura farà luce quanto prima sull’accaduto”. Il sindaco di Avola Luca Cannata commenta così la vicenda giudiziaria di presunta corruzione, dopo aver appreso delle misure cautelari eseguite dalla Polizia e disposte dal Gip del Tribunale di Siracusa a carico di un dipendente comunale, addetto al settore autonomo Tutela ambientale, e di un imprenditore avolese (vedi articolo).

Il primo cittadino avolese aggiunge: “Ovviamente, nella qualità di sindaco e di comune cittadino, non posso che prendere le distanze dall’accaduto se la tesi accusatoria dovesse trovare riscontro. Questo accadimento però non può e non deve gettare ombra sugli uffici comunali, con i quali lavoro da più di cinque anni e con i quali mi confronto nel lavoro svolto tutti i giorni, nel rispetto delle regole e con i mille ostacoli giornalieri, burocratici ed economici, che si presentano di volta in volta. Confido nel lavoro degli inquirenti e spero che il dipendente comunale sappia dimostrare la propria estraneità dai fatti contestati”.


In alto