Politica

Cantiere autostradale Rosolini-Modica, blitz parlamentari M5s: “I lavori sono fermi, non diventi ennesima incompiuta”

SIRACUSA – “Blitz” dei parlamentari regionali e nazionali del M5s nei cantieri dell’autostrada Siracusa-Gela, nel tratto che da Rosolini conduce a Modica, dove i lavori sono fermi da tempo per ragioni che riguarderebbero da un lato la mancata erogazione di fondi da parte del Consorzio autostrade siciliane (Cas) e dall’altro le vicende giudiziarie che hanno coinvolto una delle ditte appaltanti.

I deputati regionali pentastellati Stefania Campo e Stefano Zito annunciano una richiesta di accesso agli atti sullo stato dell’arte dell’opera. Affermano congiuntamente: “Nonostante le rassicurazioni del Governo regionale, che ha assicurato, più volte, la ripresa degli interventi e cioè che i lavori fossero ripartiti mesi addietro, abbiamo svolto un sopralluogo constatando che i lavori erano fermi. Chiediamo al Governo regionale di fare chiarezza, individuando anche soluzioni alternative per una ripresa reale e per evitare che lo stop ai lavori trasformi l’opera nell’ennesima incompiuta”.

“L’opera ha sventrato il territorio – proseguono i due parlamentari regionali – Si tratta di una delle infrastrutture più importante per le città di Siracusa e Ragusa perché consentirebbe di collegare i due capoluoghi di provincia della zona sud dell’Isola e di snellire ed agevolare il traffico complementare alla futura Ragusa-Catania. Vogliamo conoscere i dettagli degli interventi fatti finora e continueremo ad accendere i riflettori su questa opera fondamentale per la Sicilia Orientale”.

“Prendiamo atto comunque che nei cantieri non siamo riusciti a scorgere alcun tipo di movimentazione lavori – concludono – che possa configurare la ripresa di cui ha parlato l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone nella sua replica durante la discussione della nostra ultima mozione su questa vicenda. Auspichiamo, pertanto, serietà e concretezza, non siamo disposti ad ascoltare altri sterili annunci”.

Anche i deputati nazionali del M5s Paolo Ficara, Marialucia Lorefice, Filippo Scerra, Maria Marzana, Simona Suriano e il senatore Pino Pisani si aggiungono al coro di proteste del colleghi pentastellati all’Ars, affermando congiuntamente: “Ci attiveremo a livello nazionale per valutare ogni possibile soluzione con i ministeri competenti finalizzata alla ripresa il prima possibile dei lavori di un’infrastruttura fondamentale, importantissima e strategica per tutto il territorio della Sicilia Sud Orientale”.

(Foto di repertorio)


In alto