Gustovagando

Ego International: i vantaggi dell’esportazione siciliana

Siracusa si pone al centro del dibattito economico regionale in materia di vendita all’estero, con il recente meeting a tema ospitato dalla città. “La sfida dell’agroalimentare siciliano”, questo il titolo del forum organizzato da Confindustria e dall’agenzia Ice, incentrato proprio sulle possibilità per le aziende che decidono di puntare sull’esportazione di prodotti ‘made in Sicily’.

Si tratta di un tema importante che da tempo coinvolge diversi attori: non solo le singole aziende, e le associazioni di categoria, ma anche gli esperti che sono in grado di cogliere al meglio le opportunità che i mercati stranieri offrono. Tra le recensioni di questi ultimi, una voce interessante è quella di EGO International, compagnia di consulenza aziendale attiva da diversi anni nel settore.

Nel tempo, EGOInternational ha espresso recensioni positive nei riguardi di diversi comparti produttivi del territorio siciliano. Le opinioni degli esperti, infatti, indicano come quella della vendita all’estero e dell’internazionalizzazione sia una via percorribile non solo da grandi aziende, ma anche da Pmi e microimprese. Partendo dai risultati incoraggianti raggiunti dall’agroalimentare, il forum Ice e Confindustria di Siracusa ha dato spunti interessanti per le imprese attive nei diversi settori dell’Isola. I trend recenti hanno infatti visto crescere i volumi delle esportazioni di prodotti chimici raffinati e apparecchi elettronici.

  • L’importanza dell’agroalimentare siciliano

Certamente, quando si parla dell’economia siciliana, è impossibile non menzionare le enormi potenzialità dell’agricoltura, si pensi anche solo alla grande offerta enologica. I dati Svimez, l’associazione per lo sviluppo del Mezzogiorno, indicano come l’Isola vanti la più ampia superficie vitata d’Italia, con una ricca gamma di etichette famose anche oltre confine. Le recensioni del forum e i pareri di EGO International evidenziano inoltre come la regione sia una delle maggiori esportatrici di vino a livello nazionale. Un mercato importante, legato al turismo, alla ricerca per la valorizzazione del prodotto e alla capacità di presentarlo e proporlo ai consumatori stranieri di tutto il mondo. Secondo le opinioni EGO International, i mercati di destinazione più interessanti sono la Germania, la Gran Bretagna e la Svezia, oltre che la Russia e gli Stati Uniti.

  • La sfida dell’internazionalizzazione, i pareri di EGO International

Ma quali sono le caratteristiche che un’azienda deve avere per poter competere con successo nel contesto globale? La qualità dei prodotti offerti è certamente un prerequisito essenziale. Lo confermano anche le opinioni di EGO International che evidenziano come la vendita all’estero debba essere vista come un’opportunità proporzionale alla qualità della produzione. È inoltre necessaria una buona flessibilità da parte dell’impresa, che deve essere capace di adeguare la sua proposta alle specificità del mercato da affrontare. Spesso, inoltre, può essere utile affidarsi a esperti del settore capaci di fornire adeguata assistenza per quanto riguarda le sfide burocratiche e legali per iniziare a vendere in Paesi dalle regolamentazioni talvolta molto diverse da quelle italiane. Si tratta dunque di un percorso impegnativo, che richiede capacità e determinazione. I risultati espressi dalle ultime recensioni, tuttavia, sono evidenti, e sfruttare al meglio le possibilità dei mercati stranieri potrebbe rappresentare in futuro un sentiero sempre più interessante per le imprese siciliane.


In alto