News

Nubifragio Lentini e Carlentini, Coldiretti conta i danni: “Distrutte intere coltivazioni di agrumi”

SIRACUSA – Il nubifragio che si è abbattuto su tutta la provincia di Siracusa e l’esondazione del fiume San Leonardo, hanno provocato innumerevoli danni alle coltivazioni locali, specialmente di agrumi, nel territorio di Lentini e Carlentini.

A contare i danni è Coldiretti Sicilia, che riferisce come agrumi e ortaggi siano stati sommersi dall’acqua, muri di contenimento ceduti, torrenti straripati così come il fiume San Leonardo che ha devastato le colture del territorio nella provincia di Siracusa, soprattutto in alcune contrade.

Coldiretti Sicilia sta monitorando il territorio in cui i danni crescono di ora in ora. In alcune aziende è andato perduto il 100 per cento di agrumi, così come gli ortaggi.

“Il danno, sottolinea Alfio Di Giorgio, presidente della sezione Coldiretti di Carlentini (Sr), nonché proprietario di agrumeti e di un agriturismo in contrada Badiula – minacciato dall’acqua, è totale. Tutti gli alberi sono sommersi, così come le strutture e gli impianti”.

“Il problema – sottolinea – è causato sì dalla pioggia ma soprattutto dalla mancata manutenzione degli argini. In 50 anni mai nessuno ha provveduto”.

Si sono registrati danni anche nel catanese a Palagonia e Ramacca. Anche qui, conclude Coldiretti Sicilia, i tecnici sono al lavoro per una quantificazione che ha già raggiunto livelli altissimi.
(Foto: Coldiretti)

 


In alto