Eventi

Ferla, inaugurata la mostra sui tesori recuperati dalla Guardia di finanza. Visitabile fino al 2 maggio

FERLA – Dal 22 marzo al 2 maggio, il borgo di Ferla sarà illuminato dalla mostra di reperti archeologici “La luce dell’onestà“, che raccoglie i tesori ritrovati durante importanti sequestri della Guardia di finanza.

È stata inaugurata giovedì 22 marzo, nel Comune di Ferla, la quinta edizione, fortemente voluta e promossa dal colonnello Antonino Spampinato del Comando provinciale della Guardia di finanza di Siracusa. Presso l’open space del Centro sportivo olistico del Comune di Ferla, la soprintendente di Siracusa, Rosalba Panvini, ha introdotto e presentato il percorso agli ospiti presenti tra cui il prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, il questore di Siracusa, Gabriella Ioppolo, e il colonnello del Comando provinciale dei Carabinieri di Siracusa, Luigi Grasso.

Durante la presentazione, il Prefetto ha rivolto il suo saluto alla cittadinanza intervenuta, ed ha espresso un forte apprezzamento per l’iniziativa, realizzata in sinergia tra il Comando provinciale della Guardia di finanza, la Soprintendenza e il Comune di Ferla, istituzioni che collaborano al fine di dare alla comunità locale l’opportunità di fruire, attraverso l’esposizione dei reperti, di un patrimonio culturale di eccezionale valore storico e identitario. “La luce dell’onestà” si conferma, pertanto, una mostra itinerante che porta l’arte nelle comunità, e che, al contempo, trasmette ai cittadini il concetto di arte quale bene comune e patrimonio dell’umanità da fruire e valorizzare “legalmente”.

Hanno preso parte alla presentazione e all’inaugurazione della mostra, le classi della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto “Valle dell’Anapo” di Ferla, alle quali nelle prime ore della mattinata è stato rivolto un apposito incontro formativo sulla Legalità economica a cura del Comando provinciale della Guardia di Finanza, condotto dal comandante Spampinato e dal capitano della Compagnia di Siracusa, Dario Bordi.

“Un’occasione unica per Ferla – commenta il sindaco, Michelangelo Giansiracusa – siamo onorati che il comandante Spampinato e la soprintendente Panvini ci abbiano scelti per ospitare un evento culturale di tale portata e prestigio, alla loro sensibilità giunga il nostro grazie di comunità. Un profondo ringraziamento lo dedichiamo all’organico della Sovrintendenza ai Beni culturali e ambientali di Siracusa per la professionalità e la passione con cui hanno allestito gli spazi e le vetrine dedicate alla mostra”.

L’esposizione potrà essere ammirata da giovedì a venerdì dalle ore 16,30 alle 18,30, e dal sabato alla domenica dalle ore 10 alle 12,30 e dalle ore 16,30 alle 18,30.


Nessuna immagine trovata

In alto