Politica

Floridia, Consiglio comunale rinviato: le reazioni dei consiglieri Carianni e Vassallo

FLORIDIA – E’ stato rinviato tra le polemiche il consiglio comunale che era stato convocato per ieri sera per trattare numerosi punti all’ordine del giorno. Il rinvio è stato chiesto dalla maggioranza perché in concomitanza del consiglio in piazza si stavano svolgendo delle attività con musica e quindi non consentiva di andare avanti con il consiglio. La seduta iniziata alle 21,40 perché in precedenza era stata rinviata di un’ora per mancanza del numero legale. Infatti in aula erano presenti solo i consiglieri dell’opposizione e il presidente dl consiglio. Alla ripresa del lavori i presenti erano 13 e 3 assenti. A favore del rinvio hanno votato sette consiglieri della maggioranza mentre i contrari sono stati sei. Il consiglio si terrà mercoledì 11 luglio alle 20,30 nell’aula consiliare.

Sul rinvio del consiglio comunale il consigliere Marco Carianni sottolinea che: “ stasera per l’ennesima volta la maggioranza ha preferito non presentarsi al consiglio comunale. C’erano tutta una serie di punti che caratterizzavano l’ordine del giorno fra tutti è il regolamento che disciplina le attività rumorose che è stato oggetto di forte dibattito nelle commissioni. Ci aspettavamo maggiore senso di responsabilità, maggiore sensibilità nei confronti di determinate tematiche. Abbiamo visto – prosegue Carianni – che al momento l’amministrazione o per lo meno quella parte che è rimasta dell’amministrazione sta cercando di reperire il compromesso piuttosto che venire in aula e confrontarsi. Questo a suffragare di quello che sta succedendo nei diversi consigli comunali ovvero che alcuni assessori non si presentano e che sono stati storicamente presenti”.

Il consigliere Comunale del Partito Democratico Gaetano Vassallo dichiara: “E’ un atteggiamento veramente che definisco irresponsabile da parte dell’amministrazione e della maggioranza. Ci sono da discutere degli importanti comprese le variazioni al bilancio che hanno il carattere dell’urgenza e per semplici giochetti di regolamenti di conti interni la maggioranza non si decide di venire in consiglio comunale per discutere le problematiche e le questioni spinose della città. Abbiamo una città che affonda sotto l’immondizia, critiche e situazioni veramente ingestibili”.


In alto