News

Floridia, diciannovesima edizione del premio “Amore per il mare” per ricordare il maestro Nando Amato

FLORIDIA – I ragazzi che si rappresentano e le problematiche giovanili è stato il tema della diciannovesima edizione della manifestazione “Amore per il mare” in ricordo del maestro Nando Amato. Il premio organizzato dall’Istituto scolastico “Volta” ed è stato istituito diciannove anni fa dalla moglie del compianto maestro Amato, Marilena Gissara. Alla cerimonia erano presenti il sindaco di Floridia Gianni Limoli accompagnato dagli assessori Tiziana Bordonaro, Salvo Burgio e dal presidente del consiglio Antonio Caccamo.

Il dirigente scolastico Renato Santoro ha dichiarato: “Il tema di quest’anno sono i ragazzi che si rappresentano e attraverso i loro occhi vedono il mondo. Attraverso il mito, attraverso soprattutto quella  che è la tradizione, la favola, ma soprattutto il mito perché i bambini sognano le favole poi da adulti vedono le persone a distanza sono il mito. Abbiamo voluto quest’anno creare da questo palco che noi abbiamo comprato, un palco proprio per la legalità. Legalità in questo momento significa i giovani con i loro problemi, le loro perplessità, il loro mondo, i loro sogni e come affrontano tutto questo. Lo vedono attraverso gli occhi – aggiunge il dirigente scolastico – di questo bellissimo racconto mitologico. Abbiamo  voluto la direzione artistica di un bravissimo attore perché noi dobbiamo fare teatro. Perché i ragazzi attraverso il teatro possono capire quali sono le fondamenta della legalità. Il teatro non è soltanto rappresentazione corporale, non è soltanto manifestazione di una lingua ma è anche soprattutto espressione di pensiero, espressione che va trasmessa attraverso comportamenti che sono comportamenti di legalità. Una cosa bella quest’anno abbiamo nel cast alunni diversamente abili e che io ho insistito ad avere. Anche questa è una cosa bellissima perché loro saranno attori. Abbiamo dei ragazzini diversamente abili che hanno ovviamente manifestato con grande gioia la partecipazione a questo evento. Noi, inoltre, abbiamo in atto dei PON di inclusione che termineremo a marzo del 2019. Il tema di oggi è questo attraverso gli occhi dei bambini la favola si trasforma anche in mito. Ma il mito di oggi a volte non è raggiungibile e noi dobbiamo aiutare i bambini a capire che tutto si trasforma, tutto può modificarsi. E attraverso il racconto di Polifemo, Aci e Galatea, di questo grande amore è l’amore che si ha anche attraverso il mare”.

dirigente scolastico Renato Santoro

Prima della premiazione il sindaco di Floridia Gianni Limoli  ha sottolineato: “ E’ con orgoglio che questa stasera io sono  qui. In questo periodo si sta ripetendo sempre con le scuole floridiane. E’ un pullulare di appuntamenti molto importanti, significativi per il nostro paese. Eccezionali, direi, per quella che è la rappresentazione, per quello che fanno per i nostri ragazzi di qualsiasi livello. Son tutti impegnati socialmente e culturalmente a dare qualcosa per la nostra cittadina. Sono collaborati da un’azione importantissima di tutti i professori dell’apparato docente del preside con la collaborazione dei genitori. Una collaborazione intelligente,  una collaborazione che è data sia ai propri piccoli, ma una collaborazione che viene data al corpo decente. Collaborano con il corpo docente per lo sviluppo dei propri figli, per dare qualcosa di importante ai propri figli. Questo è eccezionale perché da quello che si sente e da quello che noi vediamo e dalle notizie che ci danno di alcuni genitori che hanno un’azione dirompente nei confronti degli insegnanti è veramente vergognoso. Ma quando – aggiunge il Sindaco Limoli –  c’è una collaborazione del genere qualcosa di veramente è qualcosa di eccezionale. Noi abbiamo un fenomeno gravissimo che è il femminicidio, che è la violenza sulle donne. La storia di Polifemo e di Galatea da un messaggio del genere molto importante per i ragazzi e per noi stessi.  Lo da e resterà impresso nella loro mente questo messaggio importante perché questo fenomeno guarda caso non finisce mai e qualcosa che invade la nostra vita. Quasi ci siamo abituati a sentire di questi omicidi gravissimi che avvengono generalmente nella famiglia e all’interno della famiglia. All’interno di quell’amore che diventa assassino. Un amore strano, un amore viziato, un amore nato male. Quando noi diciamo che è nato male significa che già all’origine c’è qualcosa. Qualcosa che è venuta a mancare, significa la conoscenza della violenza deve portare alla denunzia. Questo è il messaggio importante che i ragazzi daranno”.

un momento della cerimonia

Per la sezione grafica e pittura la giuria composta dalla prof.ssa Giovanna Strano dirigente del Liceo Artistico “Gagini” di Siracusa e i docenti Salvo Bonnici e Massimo Capodieci hanno premiato il lavoro artistico degli alunni Ester Garofalo, Maria Vittoria Biliardi e Lucia Mudanò  della terza B del secondo istituto comprensivo “A.Volta. Per quanto riguarda la sezione spot e video la categoria composta dal Tenente di Vascello Anna Bonanno, prof.ssa Emilia Musumeci, Prof. Domenico Catalano e il prof. Lorenzo Piscione del Cutgana hanno premiato un lavoro di gruppo degli studenti della terza C e della Terza E del quarto istituto comprensivo “Quasimodo” che hanno realizzato un video. Gli studenti vincitori sono: Ginevra Bastanza, Alessia Faraci, Francesca Mancarella, Mattia Pitruzzello, Salvatore Patania e Angelo Palazzolo.

vincitori sezione disegno                                            

Commossa Marilena Gissara ha ricordato come è nato il concorso in memoria del marito Nando Amato. Un uomo che aveva due passioni: i suoi alunni e il mare. Per questo motivo la moglie ha deciso di intitolare questo premio a lui.  Subito dopo la premiazione si è svolto lo spettacolo di fine anno dal titolo: “ Polifemo, Aci e Galatea” con la Regia di Giancarlo Latina. La serata è stata presentata dal prof. Marcello Gervasi.


In alto