Eventi

Floridia, gli studenti dell’Istituto De Amicis mettono in scena “Il Fantasma dell’Opera”. Il 7 giugno il debutto

FLORIDIA – Il Fantasma dell’Opera scritta dal francese Gaston Leroux andrà in scena il 7 giugno in Piazza del Popolo a Floridia. A metterla in scena gli alunni dell’Istituto “E. De Amicis”. I ragazzi sono stati diretti dalla regista Beatrice Tondo e accompagnati dai maestri Granata, Genovese, Messina e Lo Monaco. Per far comprendere meglio l’opera è stata fatta un’anteprima nella sede dell’AFAM dove L’attrice-regista Beatrice tondo accompagnata dalle soprano Manuela Infalletta e Rosanna Manzella e dai maestri di musica  hanno anticipato con alcune arie quella che sarà l’opera che andrà in scena il prossimo mese a Floridia.

Manuela Spina: “Quest’anno abbiamo deciso di puntare in alto con il Fantasma dell’Opera che un dramma complesso per i ragazzi e quindi abbiamo scelto con questo Preludio all’Opera di introdurre l’argomento e di anticipare alcune arie proprio come fanno nei grandi teatri in cui si organizza una conferenza che precede lo spettacolo. Anche se essendo un Istituto a vocazione artistica e musicale abbiamo scelto di non fare la solita conferenza soltanto parlata ma di anticipare proprio delle arie coinvolgendo due soprano esterne alla scuola una delle quali è mamma e l’altra ha collaborato con la scuola in passato. Le soprano sono Manuela Infalletta e Rosanna Manzella, talenti floridiani, per farli conoscere ai nostri alunni. Sono  state accompagnate dai maestri di musica della scuola Corrado Genovese, Antonio Granata e dalle maestre Rosy Messina e Giovanna Lo Monaco. Mentre la parte recitata è stata esposta dalla attrice-regista Beatrice Tondo”.

 

La regista ed attrice Beatrice Tondo ci ha dichiarato: “Questa è un’opera molto complessa di un autore francese Gaston Leroux. I ragazzi quest’anno si apprestano ad affrontare un’opera abbastanza importante con un tema abbastanza importante perché richiama il tema della maschera di Pirandello e che ha una morale che colpisce tutti. Se contestualizziamo la storia possiamo trasferirla a quella che è anche la nostra realtà e quindi ci accorgiamo che la morale del Fantasma dell’Opera è più che mai attuale perché ci riferiamo ad una persona Erik, così si chiama nell’opera, che può sembrare cattivo, crudele nei confronti degli altri uomini. MA in realtà è diventato così proprio perché dalla società è stato emarginato, trattato male, isolato. Quindi questa cosa ci fa più che mai pensare agli episodi di bullismo dei giorni d’oggi. Quindi un’opera scritta tantissimi anni fa da un autore francese possa farci risalirci poi a quella che è la nostra  realtà. Questo è quello che hanno compreso – aggiunge Beatrice Tondo – hanno capito i ragazzi attraverso questa opera teatrale, questo grande capolavoro scritto dall’autore francese”.


In alto