Politica

Floridia, il sindaco revoca la nomina assessoriale all’avv. Salvatore Pappalardo. La reazione dei consiglieri Carpinteri e Cianci

FLORIDIA – Colpo di scena all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Gianni Limoli. Nell’ultima seduta consiliare i consiglieri comunali Cianci e Carpinteri hanno votato una proposta del consigliere di opposizione Marco Carianni relativa al regolamento per l’istituzione dell’Ispettore Ambientale. Su questo punto i consiglieri della maggioranza hanno votato contro. L’argomento posto all’ordine del giorno è stato approvato con otto voti favorevoli e sette contrari.
Questa presa di posizione dei due consiglieri comunali non è andata giù al primo cittadino di Floridia che ha revocato la nomina di assessore all’avv. Salvatore Pappalardo vicino alle posizioni dei Consiglieri Cianci e Carpinteri.

“Il sindaco di Floridia, Gianni Limoli, ha mal reagito alla nostra espressione della libertà di pensiero e di opinione – dichiarano i consiglieri Carpinteri e Cianci – , tra l’altro prevista dalla nostra Carta Costituzionale, messa in atto dai sottoscritti durante la seduta del Consiglio Comunale di mercoledì 11 luglio c.a., e precisamente votando favorevolmente il punto all’ordine del giorno (Istituzione della figura dell’Ispettore Ambientale) proposto dal Consigliere Marco Carianni, revocando la nomina di Assessore all’Avv. Salvatore Pappalardo, riferimento dei sottoscritti Consiglieri Comunali all’interno dell’organo esecutivo. Ringraziamo il sindaco Limoli per averci ricordato, con la reazione dimostrata (revocando la nomina del sopra citato Assessore), che nel romanzo “ Il Gattopardo” Tancredi Falconieri rivolgendosi allo zio, il principe di Salina Fabrizio Corbera, disse: “se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”. I sottoscritti, durante l’approvazione del bilancio di previsione 2018, nel mese di maggio, proposero e fecero inserire diverse iniziative da attuare: (progetto di completamento dei vialetti al cimitero, realizzazione del cantiere comunale, promozione e sensibilizzazione delle adozioni canine, realizzazione a progetto dei loculi comunali, ecc.), tutte iniziative utili per la città e sino ad oggi rimaste inattuate”.

“Abbiamo – aggiungono – anche proposto altre iniziative, tra cui: (manutenzione stradale di quasi la totalità delle strade comunali con maggiori criticità, la realizzazione di un micro impianto idroelettrico nell’acquedotto comunale con turbine innovative da istallare all’interno delle condotte, l’iniziativa sull’assegno economico per lavoratori socialmente utili da impiegare sul territorio urbano, l’acquisto di un trattore per la pulizia dei lotti comunali, compresa l’area del cimitero, realizzazione di impianto di compostaggio per l’umido al centro comunale di raccolta, realizzazione di un impianto comunale di depurazione acque reflue, ecc.) tutte iniziative che avrebbero contribuito a far risparmiare l’Ente ma che non sono state mai attenzionate. La reazione del sindaco sicuramente non fa bene alla città; l’inclusione non si attua revocando le nomine assessoriali. La nostra nuova posizione consiliare non sarà quella di “Ercolino sempre in piedi” che pur di far rimanere tutto come è, bisogna che tutto cambi, ma di continuare a sostenere tutte le iniziative utili per la crescita della città e la valorizzazione del territorio. Fortunatamente l’attuale legislazione degli Enti Locali attribuisce dei poteri e delle scelte diverse tra l’organo consiliare e l’organo esecutivo. Malgrado tutto, proseguiremo nel nostro cammino consiliare, valutando e proponendo atti responsabili per la città, da una posizione politica diversa rispetto a quella del sindaco Limoli”.

(Nella foto l’Assessore ai lavori Pubblici Salvatore Pappalardo)


In alto