Cultura

Floridia, il Trio Calace in concerto al Centro artistico culturale “Giuseppe Ierna”

FLORIDIA – Ieri sera il TRIO CALACE ha tenuto un brillante concerto al Centro Artistico Culturale Giuseppe Ierna” di Floridia, usando strumenti insoliti come il mandolino e la mandola oltre alla chitarra. Il Trio, formato dal mandolinista Cristian Raneri, dal mandolista Roberto Raneri e dal chitarrista Sergio Camelia, prende il nome da colui che più di tutti diede grande impulso alla tradizione mandolinistica italiana nel 1900, il napoletano Raffaele Calace, compositore, mandolinista e liutaio di grande rilevanza storica. Il TRIO nasce nel giugno del 2013 con l’intento di forgiare un gruppo cameristico dalle sonorità brillanti, capace di catturare immediatamente l’ascolto di un pubblico variegato. I musicisti, che vantano prestigiosi curricula, si sono esibiti in importanti cartelloni artistici nazionali ed internazionali riscuotendo grandi consensi di critica e di pubblico che ha sempre accolto con entusiasmo il repertorio proposto che spazia dalla musica barocca a quella classica, dalle arie d’opera al repertorio del ‘900 sino alle musiche da films accompagnando le esecuzioni con cenni storici e guida all’ascolto. Il repertorio eseguito ieri sera comprendente trascrizioni di arie d’opera, ha riscosso il gradimento del numeroso pubblico presente in sala e i ripetuti applausi e richieste di bis ne sono stati la dimostrazione.

Il Centro Culturale Giuseppe Ierna, come ogni anno, ha offerto alla cittadinanza un prestigioso Concerto di Capodanno rivelando grande perizia nella scelta di validissimi musicisti e di un repertorio adatto alla circostanza.
La Presidente, Prof.ssa Anna Ierna, figlia del Compositore a cui il Centro è dedicato, precisa di avere privilegiato la scelta del mandolino e della mandola in ricordo di quanto le aveva narrato il padre Giuseppe circa una tradizione di famiglia relativa a questi strumenti. Infatti, il nonno Dott. Raffaele Ierna, che aveva studiato Medicina presso l’Università degli Studi di Napoli dove si era laureato nel 1916, appassionato cultore com’era di musica e frequentando sale concertistiche, aveva avuto modo di conoscere il Maestro Raffaele Calace ( 1863-1934). Innamoratosi del suono delicato del mandolino, il dott. Ierna decise di volerlo suonare e di coinvolgere anche la moglie, quando, rientrato a Floridia, avviò la sua professione di medico.


Nessuna immagine trovata

In alto