Cultura

Floridia, “La Bella Passione”, Sebastiano Lo Monaco: “È una preghiera di grande semplicità”

FLORIDIA – Nella suggestiva cornice della Chiesa Madre di Floridia, il tema sublime della Passione di Cristo, ispirato dal linguaggio contemplativo del sacerdote cileno Josè Miguel Langlois, si è tradotto nel monologo di Sebastiano Lo Monaco “La Bella Passione“. La performance del noto attore floridiano e le musiche originali del maestro Antonio Granata, eseguite dai colleghi Corrado Genovese, Marina Gallo, Giovanna Lo Monaco, Rosy Messina e dagli allievi dell’ “Ensemble De Amicis“, hanno regalato al pubblico un evento unico, che mette insieme generazioni di talenti e offre, soprattutto agli studenti, grandi opportunità di confronto e di crescita. Proprio in quest’ottica il I Istituto “De Amicis”, nella persona del dirigente scolastico prof. Giorgio Agnellino, ha scelto di promuovere l’iniziativa e di augurare così la Santa Pasqua alla comunità scolastica e a tutte le famiglie.

 

“E’ una preghiera. Il testo di Langlois – sottolinea il maestro Antonio Granata – è molto forte accompagnato dalle musiche scritte da me per Sebastiano Lo Monaco. Lui mi disse ti do un testo e vorrei che mi scrivessi le musiche. In 15 giorni sono riuscito a scrivere queste musiche travolgenti. Avendo questo progetto con Sebastiano ho proposto al dirigente Agnellino di fare questa Preghiera. Con questo portiamo avanti il nome di Floridia perché è importante mantenere le tradizioni e far capire ai ragazzi che c’è la tradizione”.

Dopo la recita di questa Preghiera abbiano sentito l’attore floridiano Sebastiano Lo Monaco che ci ha dichiarato: “ E’ una preghiera grande semplicità, grande comunicazione al popolo dei fedeli contenendo però una raffinatissima e profonda teologia. Parola e teologia allo stato puro. Del resto questo sacerdote è un sacerdote della teologia della liberazione che è fiorita nel Sud America e quindi è un po’ un sacerdote del popolo e dei poveri come Papa Francesco. Io ho messo la mia piccola fede di cristiano e ho cercato di dire le parole dandogli il senso profondo che hanno”.


Nessuna immagine trovata

In alto