Cultura

Floridia, la raccolta del compositore Giuseppe Ierna sottoposta a vincolo e tutela da parte dei Beni culturali

FLORIDIA  –  La “Raccolta Giuseppe Ierna” comprendente tutte le sue composizioni edite e manoscritti, spartiti musicali, dischi d’epoca a 78 e 33 giri, con decreto legge  n.3104 del 26 luglio 2016, è stata sottoposta a vincolo e tutela da parte dei Beni Culturali della Regione Siciliana e della Soprintendenza di Siracusa in quanto riveste interesse etnoantropologico particolarmente importante perché espressione e documentazione della cultura musicale del suo tempo.

Dalla dott.ssa Rita Insolia e dal dott. Giuseppe Implatini sono stati individuati e catalogati ben 114 pezzi di estimabile valore artistico e culturale in quanto rappresentano un’ epoca che ha segnato la cultura musicale del primo ‘900 da cui non possiamo prescindere. E’ un importante lavoro di riscoperta e tutela dei valori del passato che oggi rischiano di perdersi. L’eclettico Maestro Compositore Giuseppe Ierna ha scritto composizioni di vario genere: musica leggera, ballabili, composizioni per pianoforte e per formazioni cameristiche, musica sacra, inni, marce, notturni, serenate, il bozzetto lirico in un atto “ Zara la schiava”, da lui interamente orchestrata.

Tra gli anni ’30 e ’40 ha avuto importanti riconoscimenti in note testa giornalistiche del tempo, corrispondenza epistolare con musicisti e poeti famosi, collaborazioni con parolieri illustri come Giosuè Sparito, Ferruccio Prati, Paolo Rio, Filippo Fichera. Ha collezionato opere liriche complete in dischi a 33 e a 78 giri, di notevole valore storico ed artistico. Famose anche le copertine d’epoca di spartiti musicali.  Tutta la raccolta, compresi i libri dove lui ha studiato composizione, sono esposti in permanenza e visitabili nella galleria museale del Centro Culturale a lui dedicato, sito nella sua casa natale di via Archimede 109, Floridia.

“E’ auspicabile – come si augura la figlia Anna -, che la raccolta venga attenzionata dai giovani, dagli studenti delle scuole ad indirizzo musicale, dai cittadini floridiani e da tutti coloro che amano la conservazione e tutela della coltura musicale della propria terra. I talenti e la creatività sono senza tempo e non vanno dimenticati”.

All’incontro erano presenti la soprintendente al BB.CC. e ambientali di Siracusa, Prof.ssa Rosalba Panvini e la  dirigente responsabile della sezione per i Beni paesaggistici e demoetnoantropologici, dott.ssa Rita Insolia.

 


In alto