Cultura

Floridia, presentato il saggio “L’uomo del dialogo. La storia di padre Pino Puglisi” della giornalista Federica Raccuglia

Floridia – Mafia e legalità è stato il tema della conferenza organizzata dall’Associazione Culturale Focus. L’occasione è stata la presentazione del saggio della giornalista Federica Raccuglia dal titolo “L’uomo del dialogo. La storia di Padre Pino Puglisi”.  La manifestazione rientra nella seconda edizione di Floridia in Biblioteca. Alla serata erano presenti l’assessore alla cultura Davide Gozzo era presente anche l’associazione Libera con Giovanna Raiti rappresentante provinciale di Vittime di mafia.

L’incontro è stato moderato dalla giornalista Sabina mentre la giornalista Melania Sorbera ha conversato con l’autrice del libro parlando come detto in precedenza di Mafia e Legalità e anche della figura di Padre Pino Puglisi a 25 anni dalla tragica morte avvenuta per mano di un killer della cosca dei fratelli Graviano.

Prima della conversazione che avuto protagoniste le due giornaliste c’è stata la commovente testimonianza di Giovanna Raiti che ha parlato della lotta alla mafia. Giovanna Raiti ha parlato anche della propria vita. Infatti, nel 1982 il fratello Salvatore è stato barbaramente ucciso mentre scortava il boss Alfio Ferlito. Con lui morirono altri due carabinieri, l’autista e il boss. Quella uccisione fu denominata la strage della circonvallazione.

Federica Raccuglia: “Questo è un saggio, un libro che io ho scritto qualche anno fa che è uscito quest’anno. È un saggio appunto che ripercorre tutta la biografia di Padre Pino Puglisi e lo fa con un accento particolare su quella che era la comunicazione di Padre Pino Puglisi e il suo metodo comunicativo. Per farlo ho ripercorso tutte le tappe della sua vita dagli anni del seminario fino agli di Brancaccio. Ed è molto bello rileggere le testimonianze di tutti gli alunni, gli studenti, i fedeli e i giovani che lui ha incrociato durante la sua vita”.

La giornalista alla domanda cosa sia cambiato in 25 anni a Brancaccio ci ha dichiarato: “Oggi Brancaccio non è più la Brancaccio di 25 anni fa. Dal 1993 le cose sono cambiate tantissimo. In quegli anni sono stati arrestati praticamente i capimafia come i fratelli Graviano. Brancaccio è cambiato totalmente e si può dire che oggi soprattutto per chi la vive Brancaccio è una zona che sta cercando di rinascere. Ci sono tantissime aree commerciali, c’è un centro commerciale molto grande quindi sta rinascendo”.

Federica Raccuglia ha incontrato anche gli studenti dell’istituto comprensivo “De Amicis”. “E’ stato un incontro molto bello – dichiara la giornalista – perché gli studenti si sono rivelati non solo interessati alla tematica ma anche molto preparati perché si vedeva l’interesse e il coinvolgimento per un prete coraggio che ha operato qualche anno fa ma che continua ad essere attuale. Bisogna ripartire da loro perché come diceva Padre Pino Puglisi sono loro il nostro futuro”.


In alto