Politica

Floridia, revoca dell’assessore Pappalardo, il Movimento 5 stelle chiede le dimissioni del sindaco

FLORIDIA – Si registrano le prime reazioni politiche in merito alla revoca dell’assessore ai lavori pubblici Salvatore Pappalardo da parte del Sindaco Gianni Limoli. La rimozione dell’assessore Pappalardo è avvenuta dopo l’ultimo consiglio comunale dove i consiglieri di riferimento Carpinteri e Cianci prima si sono astenuti sulle variazioni di bilancio e poi hanno votato il regolamento per l’istituzione dell’ispettore ambientale. Su questa vicenda interviene il meetup del Movimento dei Cinque Stelle di Floridia che dichiara: “Adesso capiamo il perché dell’assordante silenzio dell’Assessore all’Ecologia Avv. Pappalardo sul nuovo servizio di raccolta differenziata.  Era già pronto il “foglio di via”!!! Eppure nemmeno qualche giorno fa, il Sindaco Limoli si vantava in una intervista, modello mondo dei sogni, su un quotidiano locale, che finalmente aveva una maggioranza e una squadra solida.  Si, talmente solida che stamattina decide di fare fuori l’Assessore Pappalardo, a quanto pare assessore di riferimento dei consiglieri Cianci e Carpinteri  rei di avere votato mercoledì sera a favore dell’istituzione della figura dell’Ispettore Ambientale. A dimostrazione che questa amministrazione naviga a vista su tutto e in particolare sui rifiuti non ha uno “straccio di idea”. Noi pensiamo che la figura dell’ Ispettore Ambientale possa essere una cosa positiva (d’altronde era nel nostro programma elettorale e infatti l’abbiamo votata), soprattutto in un momento difficile come questo che stiamo attraversando in città sulla gestione dei rifiuti solidi urbani. Invece la maggioranza e la giunta sembrano sempre di più “dilettanti allo sbaraglio”, l’incompetenza e l’incapacità di alcuni, Sindaco in primis, regnano sovrani”.

“La continua rimozione degli assessori – aggiungono -, conferma che l’attuale amministrazione è vincolata al volere dei consiglieri che lo sostengono un giorno si e l’altro forse e non si occupa minimamente di  risolvere i problemi dei cittadini. E adesso chi sarà il nuovo Assessore? Immaginiamo qualche giannizzero che lo sostiene, uno di quelli che passa da una bandiera all’altra. Ma occhio perché di questo passo finiranno anche le persone da collocare. Sarà perlomeno la centesima volta che glielo ripetiamo caro Sindaco, ma si ricorda quando diceva in campagna elettorale che se non avesse avuto la maggioranza non sarebbe rimasto un minuto di più perché non era attaccato alla poltrona, come altri?  Peccato che sia un’altra “balla” delle sue che raccontava in giro, come quella del carretta caretta, dell’acqua a 10 euro al mese, della rinuncia all’indennità (che ha avuto il coraggio di smentire in consiglio comunale), del mega centro fieristico da 100 mld delle vecchie lire e chi più ne ha più ne metta……. Ma tanto se continua così ci penseranno altri a mandarla a casa. La informiamo che se entro il 31 luglio, non presenta il contratto alla regione, per il trasporto e conferimento dei rifiuti solidi urbani fuori dalla Sicilia, il “foglio di via” gli sarà consegnato a lei e a tutta la sua giunta.  Speriamo che abbiate un sussulto di orgoglio e prima di continuare a fare danni, ovunque mettete le mani, vi dimettiate in blocco e ritorniate ognuno alle proprie professioni”.


In alto