Politica

Floridia, soddisfazione e polemiche dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2018

FLORIDIA – Si susseguono le reazioni politiche all’approvazione del bilancio di previsione 2018. Non mancano le polemiche politiche da parte dell’opposizione e soprattutto da parte del Partito democratico e del Movimento Cinque Stelle.  Sotto accusa anche il Presidente del Consiglio Antonio Caccamo accusato di aver appoggiato la maggioranza spogliandosi del suo ruolo di super partes così come hanno dichiarato le opposizioni.

Oltre alle polemiche si registra anche la soddisfazione dell’assessore al bilancio Tiziana Bordonaro che dichiara: “Nella qualità di assessore al bilancio, ma credo che posso farlo a nome di tutta l’amministrazione, esprimo grande soddisfazione per essere riuscita a portare in aula il bilancio di previsione 2018/2020 il 10/05/2018. Dal giorno seguente il mio insediamento in questa Amministrazione, (31/01/2018) nella qualità di assessore al bilancio, mi sono attivata da subito per far predisporre nel più breve tempo possibile il bilancio di previsione 2018 e tutti i documenti di programmazione collegati al fine di assicurare già dai primi mesi dell’anno la piena operatività gestionale, per rispondere con la maggiore efficacia possibile alle esigenze ordinarie e straordinarie della città. Portare il bilancio in aula il 10 maggio rappresenta una grande vittoria e un grande passo in avanti, poiché negli anni precedenti si è assunta la cattiva abitudine di approvarlo a fine anno. L’anno scorso è stato approvato il 28 dicembre e l’anno ancora precedente il 24 dicembre. Alla data odierna saremo il quarto comune della provincia ad approvare il bilancio. La predisposizione di tali documenti si è rivelata travagliata, le difficoltà sono state tante ma siamo riusciti a raggiungere il perfetto equilibrio coprendo tra l’altro in modo integrale il servizio idrico e la Tari. Le nostre scelte – aggiunge l’assessore – confermano la centralità del benessere del cittadino e la nostra attenzione ai servizi sociali, mi preme infatti sottolineare che è stata prevista qualcosa in più rispetto agli anni precedenti per l’assistenza straordinaria e urgente per le famiglie che versano in gravi difficoltà economiche. Sono stati previsti i cantieri di lavoro comunali…Inoltre presto partiranno pure i cantieri regionali, abbiamo pubblicato l’ otto maggio il relativo Bando. Subito dopo l’approvazione del bilancio uscirà il bando per l’assunzione a tempo determinato per un assistente amministrativo REI e 2 assistenti sociali, queste assunzioni sono finanziate dal distretto 48. Abbiamo previsto il bando per il nuovo piano Rifiuti il cui intento è proprio quello di potenziare la raccolta differenziata. Abbiamo partecipato a tre bandi per la riqualificazione energetica del plesso “De Amicis”, per l’adeguamento antisismico del plesso “Volta” e per l’adeguamento antisismico del plesso “Pirandello”. Stiamo rivedendo tutta la spesa corrente, anche quella che può sembrare fossilizzata, per liberare risorse a favore della comunità. Per portare qualche esempio: siamo impegnati sul fronte del randagismo, abbiamo approvato un regolamento che prevede l’erogazione di euro 400,00 l’anno per chi adotta un cane dal canile. Ci attiveremo -afferma- , altresì, subito dopo l’approvazione del bilancio per la riduzione dei costi del trasporto scolastico. Abbiamo anche previsto delle somme per la festa più importante del paese (l’Ascensione), perché è anche con tali manifestazioni che gira l’economia floridiana. Abbiamo adottato una delibera di giunta, colgo quindi l’occasione per informare i cittadini, anche se a giorni uscirà il bando, una delibera che va a rimborsare una percentuale delle rette sostenute dalle famiglie dei bambini presenti nelle scuole materne paritarie. Si tratta di un trasferimento regionale che si propone questa finalità con riferimento al D.lgs n. 65/201”.

Dal punto di vista dell’opposizione gli attivisti del Movimento Cinque Stelle sottolineano : “ Il bilancio è stato approvato e la festa dell’Ascensione si può finalmente fare (si vocifera il 26 maggio). Come volevasi dimostrare non ci siamo appellati all’art.71, era palese che non era nostra intenzione boicottare la festa di Floridia e dei floridiani e se la stessa non si è fatta in tempo è solo e soltanto perché l’amministrazione ha calcolato male i tempi di approvazione. In questo bilancio, come ribadito anche oggi in consiglio comunale, abbiamo avuto l’ufficialità: questa amministrazione (Sindaco in primis), tradendo il patto fatto con i cittadini in campagna elettorale, percepirà per intero i soldi delle indennità. Avevamo proposto un emendamento per prendere parte delle somme dell’indennità della giunta per finanziare l’aumento previsto per legge dei revisori contabili e invece l’emendamento non è stato nemmeno discusso. Sono circa 400.000€ in cinque anni che, come ricorderete tutti, avevano promesso di destinare ai più deboli e alle persone e famiglie in difficoltà. Amaramente – aggiungono – dobbiamo constatare che i cittadini, come sempre, vengono presi in giro con false promesse da illusionisti della politica, il cui unico scopo è quello di accaparrarsi il loro voto. Il tentativo del Sindaco, nel penultimo consiglio comunale, di negare di aver mai detto in campagna elettorale che avrebbero rinunciato alle indennità è fallito miseramente. Lo stesso Assessore Tata (sempre lui), prima del ballottaggio, in un noto social commentava positivamente la cosa sostenendo che chiunque si fosse trovato in giunta per 5 anni avrebbe rinunciato all’indennità, invece adesso è il primo a prendersi i soldi. Cari amministratori la vostra coerenza e la parola data vale meno di niente. Mentire ai cittadini e prendersi gioco di loro non paga, la verità e la trasparenza (anche nelle difficoltà) invece sono sintomi di garanzia sempre”.

I consiglieri comunali che fanno riferimento alla coalizione che ha appoggiato il candidato sindaco Orazio Scalorino affermano: “Il Sindaco Limoli e la sua maggioranza, formatasi e consolidatasi anche grazie al sostegno del Presidente del Consiglio Comunale, che ha fatto il classico “Salto della quaglia” gettano finalmente la maschera e disattendono definitivamente gli impegni presi con la cittadinanza in campagna elettorale. Nessuna rinuncia agli stipendi di Sindaco e Assessori. Noi abbiamo proposto degli emendamenti al Bilancio, che prevedevano di destinare le risorse riservate alle indennità di Sindaco e Assessori al potenziamento del servizio ASACOM, ai buoni libro per gli alunni delle scuole medie, all’aumento delle ore di servizio dei lavoratori part-time, all’installazione di videocamere alla Villa comunale, a Piazza Einaudi, alla Palestra comunale di Vignalonga, ed, infine, all’acquisto di libri per la Biblioteca comunale. Approvando questi emendamenti, il Sindaco e l’Amministrazione comunale avrebbero potuto rispettare l’impegno, preso in campagna elettorale, a rinunciare agli stipendi al fine di sostenere iniziative a favore dei cittadini e delle famiglie bisognose”.


In alto