Cronaca

Incidente con tre morti sulla Rosolini-Ispica, arrestato ventiduenne. È ricoverato al “Cannizzaro” con prognosi riservata

ROSOLINI – È stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale plurimo dai carabinieri di Ispica (Ragusa) il ventiduenne ricoverato nell’ospedale “Cannizzaro” di Catania, dopo l’incidente stradale nel quale sono morte tre persone, avvenuto la notte tra sabato e domenica scorsi lungo la statale 115 Ispica-Rosolini.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, il tasso alcolemico del giovane alla guida, R.A, originario di Rosolini, posto ai domiciliari nell’ospedale, sarebbe risultato “di gran lunga superiore a quello consentito dalla legge”.

Nell’incidente, uno scontro frontale tra una Fiat Punto, guidata dal giovane, e una Toyota Yaris, sono morti Cristian Minardo, di 22 anni, la sua fidanzata di 17 Aurora Sorrentino e la zia della ragazza, Rita Barone, di 54, tutti di Rosolini.

Il ventiduenne arrestato è attualmente ricoverato in Rianimazione all’ospedale “Cannizzaro” di Catania (nella foto di repertorio), dove è arrivato ieri mattina trasferito da Modica. Il bollettino medico è stato emesso stamani: il giovane ha riportato un “grave politrauma, con varie fratture a livello toracico e al bacino, che non hanno avuto indicazioni a intervento chirurgico”. Il paziente, costantemente monitorato, sta ricevendo le necessarie cure intensive. Le sue condizioni risultano “stazionarie nella loro gravità, la prognosi riservata”.


In alto