Cronaca

Lentini, aveva sparato ad una donna. Ma la vittima lo aveva coperto. Arrestato ventiquattrenne

SIRACUSA – Aveva raccontato di essere stata ferita da ignoti su un ciclomotore. Ma la Polizia ha scoperto che la vittima ha coperto il vero colpevole, Sebastiano Buremi, 24 anni, lentinese, parente della donna che aveva denunciato l’episodio.

Nella serata del 5 novembre 2017, giorno in cui si sono tenute le elezioni regionali, la donna giungeva al Pronto Soccorso dell’ospedale di Lentini, accompagnata dal coniuge, che riferiva di essere stata ferita da un colpo di arma da fuoco.

In quella occasione, la vittima e il suo convivente dichiaravano che, alle ore 19.30 circa, mentre si trovavano a rifornire l’auto presso un distributore di carburanti sito in via Vittorio Emanuele II, in seguito ad uno sparo la donna era rimasta ferita da un colpo d’arma da fuoco, presumibilmente esploso da due giovani a bordo di un ciclomotore, che indossavano entrambi un casco protettivo.

Ma la perizia investigativa ha ricostruito lo scenario, pieno di discrepanze. Le indagini, infatti, hanno smascherato l’iniziale tentativo di depistaggio e occultamento dei fatti, operato dalla stessa vittima e dal suo nucleo familiare strettamente imparentato con quello di Buremi.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di “lesioni e detenzione illegale di pistola”.

(Foto generica)


In alto