Politica

Melilli, eletti al consiglio regionale Anci, il sindaco Carta “dimentica” il consigliere Scollo

MELILLI – Si sono appresi in questi giorni i nomi dei rappresentanti negli enti locali della provincia eletti al Consiglio regionale dell’Anci. Melilli potrà contare su ben due rappresentanti in seno all’organo dell’Associazione nazionale dei comuni italiani, incarico a titolo gratuito, segnatamente il sindaco Giuseppe Carta e il consigliere comunale Pierfrancesco Scollo.

Ma sono scaturite delle polemiche, in particolare da parte del consigliere Scollo, che “bacchetta” il primo cittadino per la “dimenticanza” nel riferire la propria elezione.

Si apprende da fonti di stampa che Carta ha dichiarato: “Sono contento di aver raggiunto questo obiettivo non per una gratificazione personale, ma perché avrò la possibilità di rappresentare direttamente le istanze e le esigenze del territorio. Potrò inoltre avanzare idee e proposte al Consiglio, che potranno concretizzarsi in iniziative importanti per Melilli, Villasmundo e Città Giardino ma più in generale in favore della comunità siciliana. Ringrazio i colleghi per la fiducia dimostrata, anche perché sono uno dei sindaci più giovani della Sicilia. Lavorerò con la stessa passione ed entusiasmo che stanno caratterizzando la mia azione politica in qualità di sindaco di Melilli. La mia elezione nel Consiglio regionale dell’Anci rappresenta una bella pagina di storia politica per la nostra città che, attraverso il sottoscritto, potrà godere di visibilità a livello regionale”.

Il consigliere Scollo, anch’egli eletto al Consiglio regionale Anci e non menzionato, interviene con una nota interrogando retoricamente il primo cittadino: “La mia domanda è semplice: come farai a rappresentare le istanze e le esigenze di tutti se non citi neanche l’altro membro del consiglio comunale di Melilli eletto all’Anci?”.

Prosegue: “Il sindaco di una comunità è il sindaco di tutti! Credo che al di là delle appartenenze politiche, gli interessi della collettività si debbano esprimere facendo fronte comune e fornendo, come ho fatto io, le informazioni complete. Questa “dimenticanza” del Sindaco è un grave errore per tutta la nostra comunità. Spero che rimedi! Tutto ciò lo dico senza polemica e nel rispetto di tutti!”.


In alto