Cronaca

Noto, migrante morto durante una partita, contestato l’omicidio colposo al responsabile centro accoglienza

NOTO – È stato denunciato dagli agenti della Polizia di Stato di Noto per omicidio colposo il responsabile di un centro di accoglienza per migranti a Noto, un siracusano di 43 anni, in seguito alla morte di un ospite, il diciottenne senegalese Abdoul Balde, avvenuta lo scorso gennaio.

Nel corso di una partita di calcio, il giovane perse l’equilibrio, in prossimità del margine del campo, impattando con il capo contro il muro in calcestruzzo. L’impatto provocò ematoma ed edema cerebrale, a cui è seguita la constatazione del decesso.

In base alla ricostruzione degli investigatori, all’uomo, responsabile del centro di accoglienza dove ha avuto luogo l’incidente fatale, viene contestata “mera negligenza”, in quanto non avrebbe “impedito” agli ospiti della struttura di utilizzare il campo da gioco presente, nonostante a ridosso dello stesso vi fosse il muro in calcestruzzo, e di “non aver adottato alcuna iniziativa per rimuoverlo né contromisure che eliminassero o attenuassero il rischio di incidenti”.

(foto di repertorio)


In alto