Sport

Pallanuoto, Final Six, l’Ortigia s’inchina in semifinale ai campioni della Pro Recco. Domani tutte le finali

SIRACUSA – Il sogno della finale si è infranto contro la potenza della Pro Recco. I campioni d’Italia hanno vinto per 16 a 3 (parziali di 5-0, 5-0, 3-1, 3-1) contro l’Ortigia che nei quarti aveva battuto il Savona. Troppo forte il Recco per un’indomita Ortigia, che ha messo il cuore in vasca davanti ai suoi mille tifosi presenti in tribuna e nelle gradinate laterali della piscina “Paolo Caldarella”, che ha rappresentato un vero e proprio colpo d’occhio.

Presenti in tribuna anche il vicesindaco Francesco Italia, oltre al commissario tecnico della nazionale, Sandro Campagna e al presidente nazionale della Federnuoto, Paolo Barelli.

I liguri sono entrati in acqua con il preciso scopo di imprimere la propria forza e determinare un vantaggio già in avvio. Due parziali da 5 a 0 hanno così chiuso il discorso della semifinale. Il tecnico Stefano Piccardo non smette un attimo di incitare i suoi e chiamarli al rispetto delle posizioni e delle marcature. Alla fine risultato forse eccessivo, ma l’applauso per i biancoverdi che hanno raggiunto un risultato storico, nell’anno del novantesimo anniversario del Circolo, rappresenta già un successo.

Domani con inizio alle ore 13, la finale per il terzo e quarto posto tra Ortigia e Sportmanagement di Verona che avrà in acqua l’ex biancoverde Valentino Gallo. A seguire la finale play-out tra Torino 81 e Bogliasco e alle ore 16 l’attesa finale che assegnerà lo scudetto 2018, tra le protagoniste degli ultimi anni, la Pro Recco e il Brescia.

Questo il commento di Marko Jelaca dell’Ortigia: “Abbiamo dato tutto quello che era possibile contro questa squadra. Giocare contro i campioni d’Italia non consente troppi errori. Noi ne abbiamo commessi qualcuno di troppo e abbiamo pagato. Loro hanno subito preso il largo ed è stato difficile per noi. Dobbiamo prendere, però, il meglio da questa tre giorni e dal risultato ottenuto. Domani ci aspetta la finale per il terzo posto e daremo il massimo fino alla fine”.


Nessuna immagine trovata

In alto