News

Priolo, condanna per Inps, operaio petrolchimico ottiene prepensionamento e maggiorazioni per l’amianto

SIRACUSA – Condanna per l’Inps di Siracusa ad accreditare le maggiorazioni per l’amianto in favore dell’operaio priolese P.S., che ha lavorato nel petrolchimico e può essere collocato in prepensionamento. Sono state così accolte le tesi formulate dal legale Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio nazionale amianto, e smentite le istanze dell’Inps che negava la presenza di amianto nel petrolchimico di Priolo.

Questo il commento di Bonanni: “Mi chiedo come sia possibile ancora ad oggi che l’Inps neghi la presenza di amianto nel petrolchimico di Priolo Gargallo e il giusto riconoscimento del prepensionamento e dell’aumento della pensione per i lavoratori del petrolchimico di Priolo, rispetto al quale abbiamo dimostrato la presenza di amianto. Attiveremo anche un’azione di risarcimento a carico dell’Inps che, rigettando le domande di accredito delle maggiorazioni amianto dei lavoratori, di fatto viola una legge dello Stato”.

Il coordinatore regionale dell’Ona, Calogero Vicario, ha aggiunto: “Ritengo indispensabile che chi nega i diritti dei lavoratori e poi viene smentito in Tribunale risponda del suo operato: mi chiedo, com’è possibile che le domande di benefici amianto vengano sempre rigettate e poi il Tribunale sconfessi questi rigetti? Chiediamo che ci sia un atto di indirizzo ministeriale che sani questa discriminazione in danno dei lavoratori siciliani, costretti ogni volta a fare causa per avere la tutela dei loro diritti”.

(foto di repertorio)


In alto