News

Sanremo Young, Tecla Insolia: “Non mi aspettavo di vincere”. Retroscena del trionfo nel racconto del papà floridiano

FLORIDIA – Con il 50,09%, Tecla Insolia ha vinto la seconda edizione di Sanremo Young, in onda su Raiuno, battendo Eden nella finale di ieri sera. Un successo forse inaspettato per la cantante di Piombino ma di origine siciliane (il papà Vincenzo Insolia è di Floridia mentre la mamma Maria Vita è di Solarino). Fin dalle prime puntante si è visto che Tecla è una ragazza umile. Oltre al canto, la giovane cantante fa anche recitazione.

Noi questa mattina abbiamo sentito Tecla Insolia, appena rientrata in Toscana e ancora emozionata. Ci ha riferito che non si aspettava di vincere questa edizione di Sanremo Young. Adesso Tecla si preparerà per affrontare nei prossimi mesi l’avventura di Sanremo Giovani.

Il papà di Tecla, Vincenzo Insolia, anche lui emozionato, ci ha detto: “Noi pensavamo che vincesse Eden perché aveva un repertorio diverso. Però sono stato con lei 50 giorni, guardando i vocal e dall’impressione che avevo, anche con i maestri quando faceva le prove, si vedeva che Tecla lavorava bene con loro. Coach e maestro erano contenti di lei. Lei apprendeva velocemente anche quando ha provato con Ron. Ron è arrivato per ultimo tra tutti gli ospiti. È arrivato il venerdì alle 18 ed hanno fatto una sola prova. Ha questa facilità di apprendere subito”.

“Tecla, quando ci sono queste kermesse, trova la forza dovuta allo studio – ha aggiunto il papà Vincenzo – Fa anche recitazione e trova questa capacità di affrontare certe situazioni. I fine settimana lei li passa in accademia, non perché siamo noi a spingerla, ma perché è lei che preferisce andare a studiare e la sera torna contenta. Una volta fa recitazione, poi fa canto con Luca Pizzeri. Abbiamo avuto la fortuna a Piombino di avere questa Accademia favolosa e lei il fine settimana lo passa lì”.

Tornando alla serata finale, Tecla si è cimentata in un duetto con Arisa cantando la canzone che è stata presenta a Sanremo dall’artista genovese. Nella seconda prova, i quattro giovani finalisti si sono confrontati con le canzoni che hanno fatto la storia della musica leggera italiana. Qui la quindicenne ha cantato “Gli uomini non cambiano” portata al successo da Mia Martini. Nella prova Autore, Tecla Insolia ha cantato “A mano a mano” di Riccardo Cocciante, ospite della serata. Nella prova finale, prova Musical, Tecla ha sfidato Eden cantando le canzoni dei Queen, finché è arrivata la comunicazione della percentuale che ha decretato il il trionfo della ragazza.


In alto