Gustovagando

Si è tenuto il Simposio di primavera della Delegazione di Siracusa dell’accademia italiana della cucina

Rosalba Panvini, Soprintendente ai BB.CC di SR ed Angelo Tamburini

Siracusa Nella storica ed elegante cornice di un noto ristorante  in Piazza Duomo in Ortigia, si è tenuto il Simpòsio di Primavera della Delegazione di Siracusa dell’Accademia Italiana della Cucina.  Ha dato l’avvìo all’Incontro il Delegato di Siracusa Angelo Tamburini con il benvenuto alle Autorità Territoriali presenti: il Soprintendente ai Beni Culturali  di Siracusa Dott.ssa Rosalba Panvini ed il Direttore del Museo Etno-Antropologico “Antonino Uccello” di Palazzolo Acreide Dott.ssa Maria Musumeci, le quali hanno rivolto un breve indirizzo di saluto agli intervenuti che hanno lungamente applaudito; Angelo Tamburini ha poi presentato gli Accademici Dott.ssa Carla Siena e Avv. Saverio Attanasio, trasferiti da altra Delegazione, i quali sono stati accolti calorosamente.

Il Delegato Tamburini ha poi riferito su alcune notizie accademiche: la partecipazione di una rappresentanza della Delegazione di Siracusa al 60° della Delegazione di Bologna ed al  relativo Convegno” Un gusto ripieno di storia e ripieno di salute”;  la presenza al Convegno ““A Tavola con Leonardo Sciascia” della ricostituita Delegazione di Agrigento;  ed al Convegno su Giuseppe Coria , già Accademico di Ragusa, Componente del Centro Studi AIC , oltre che appartenente alla Confraternita dei Cenacolari della Contea di Modica cui ha fatto seguito la donazione di 2450 volumi alla Confraternita da parte della famiglia Coria e da parte dell’Editrice Ferrarotto di Ct che ha integrato con alcune pubblicazioni di Giuseppe Coria , fra cui “Profumi di Sicilia”, raccolta di ricette di tutto il territorio siciliano.

Il Delegato Tamburini ha poi dato la parola al Simpòsiarca dell’Incontro , la Vicedelegata Rosalia Sorce che ha trattato,, riscuotendo particolare successo, “Il Bon-ton a Tavola”.

E’ stata poi servita la cena, in maniera impeccabile e sollecita: sono state proposte in tavola pietanze artistiche e perfettamente equilibrate nel gusto e confezionate con prodotti d’eccellenza del territorio: cips di panelle;  polpo arrosto su crema di patata di Siracusa alla mentuccia, crostone al Dop Tellàro;raviolone di merluzzo su purea di carota novella e stecca di cannella; riso Carnaroli con Tartufo nero di Palazzolo Acreide mantecato con Primosale Iblèo; filetto di branzino in crosta di pistacchio di Bronte, con patata siracusana,crema di spinaci e Matalotta; mousse di ricotta con morbido di cannella, croccante di cannolo,salsa di cioccolato di Modica e marmellata di arance di Francofonte; ed in buon abbinamento con i vini: ”Eureka” Igt  e  “Noto” Doc Sicilia 2015 – Cantine Marabino -Sr.

Infine, il Delegato di Siracusa Angelo Tamburini, compiaciuto anche per numerosa presenza degli Accademici,   ha consegnato il Piatto d’Argento dell’Accademia e la vetrofania 2016 al Maestro di Cucina  Salvatore Calleri ed al suo Aiuto Roberta Gallo: riconfermato il giudizio accademico molto positivo già espresso in passato.    (il  Ristorante “Regina Lucia” ed il suo Chef- Patron Salvatore Calleri sono inseriti nella Guida AIC “Le Buone Tavole della Tradizione”)


In alto