Cronaca

Siracusa, “Action day” contro l’abusivismo commerciale. Denunce e sequestri da Augusta a Noto

SIRACUSA – Si è svolta ieri in tutta la provincia aretusea il cosiddetto “Action day“, la giornata dedicata alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale. I controlli si sono svolti in forma sinergica con tutte le altre forze di polizia, ma la sola Polizia di Stato ha schierato oltre cento poliziotti, per quella che è stata un’importante iniziativa voluta dal Ministero dell’Interno e pianificata nel corso di un tavolo tecnico tenutesi in Questura lo scorso 30 luglio dopo che, in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Giuseppe Castaldo, allargato a tutte le amministrazioni locali, si erano tracciate le linee guida del massiccio intervento.

A Siracusa ed in tutte le città della provincia sedi di commissariati di Polizia, gli oltre cento uomini impegnati nella vasta operazione di controllo hanno conseguito importanti risultati e dato un un ulteriore segnale nella lotta all’abusivismo commerciale. In particolare, gli agenti della Polizia di Stato, nell’arco della giornata, hanno realizzato mirati controlli nelle località balneari e a forte vocazione turistica e culturale, e nei mercatini cittadini, identificando 149 persone e controllando 57 veicoli.

Nel corso dei controlli sono stati rintracciati, rispettivamente ad Avola e Noto, due cittadini extracomunitari che sono stati denunciati per detenzione di numerosi cd musicali masterizzati illegalmente e privi del contrassegno Siae. Gli stessi, già destinatari dell’ordine di lasciare il territorio nazionale, sono stati successivamente espulsi.

Inoltre, sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 7.500 euro. Le infrazioni più comuni sono state la vendita, in forma itinerante ed in area pubblica, senza alcuna autorizzazione, di oggetti e manufatti quali collane, cappelli, braccialetti e, in taluni casi, bottigliette di acqua minerale. Infine, è stato sottoposto a sequestro amministrativo un veicolo adibito a calessino per il trasporto di turisti non autorizzato.

Sempre nell’ambito dell’ “Action day”, le Fiamme gialle della compagnia di Augusta e della tenenza di Noto hanno predisposto un mirato piano di intervento volto a presidiare, nei pressi delle principali zone balneari di competenza, le maggiori arterie stradali che potessero fungere da punto di transito ed arrivo dei venditori abusivi.

Nelle prime ore della mattina di ieri, i finanzieri sono riusciti a intercettare e fermare tre furgoni con all’interno complessivamente 10 soggetti originari del Bangladesh intenti dirigersi nelle principali spiagge della costa aretusea per vendere svariate tipologie di prodotti in assenza di qualsivoglia autorizzazione, nonché di documentazione afferente la tutela del consumatore a corredo della merce stessa.

Le successive attività di riconoscimento e rendicontazione dell’intera merce hanno consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro ai sensi della legge 689/81 ben 3.124 pezzi che variano dai prodotti di bigiotteria ai giochi. Sono state elevate sanzioni pecuniarie per oltre 3 mila euro e sono stati segnalati ai sindaci dei comuni di Augusta e di Noto i 10 soggetti fermati per i quali sarà richiesta l’emissione di un Daspo.

(foto generica)


Nessuna immagine trovata

In alto