Politica

Siracusa, Agenda urbana entra nella fase attuativa

SIRACUSA – Agenda Urbana, il programma di interventi da 23 milioni di euro finanziato dell’Unione Europea attraverso la Regione, entra nella fase attuativa. Stamattina la giunta comunale ha approvato l’atto propedeutico alla firma della convenzione con Palermo, con l’importante risultato di essere, con Gela, il primo comune siciliano ad avere completato la fase preparatoria dopo l’approvazione della Strategia urbana sostenibile. La delibera approvata è l’adozione del Sistema di gestione e controllo dell’organismo intermedio, il cosiddetto Sigeco, e del Manuale per la selezione delle operazioni. In sostanza, si tratta dell’organismo che sovrintende agli interventi e delle linee guida sulla scelte da compiere. La delibera oggi stesso è stata inviata al Dipartimento programmazione della Regione per la firma della convenzione.

Agenda Urbana si muoverà lungo quattro assi. Le risorse maggiori saranno destinate al contenimento dei consumi di energia, specie negli edifici pubblici, e alla mobilità urbana, seguiti dagli investimenti nei servizi socio-sanitari e nel cosiddetto social housing, contro l’emergenza abitativa. Le altre linee di intervento sono rivolte al dissesto idrogeologico e alla fruizione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. L’Organismo intermedio, denominato anche Autorità urbana di Siracusa (per la quale non sono previsti impegni di spesa), sarà coordinato dal segretario generale, Danila Costa, che si avvarrà del supporto tecnico dell’Ufficio programmi complessi, retto da Giuseppe Di Guardo; a sovrintendere all’attuazione delle azioni sarà la dirigente Loredana Caligiore mentre il responsabile del monitoraggio e della rendicontazione sarà il ragioniere generale, Giorgio Giannì.


Nessuna immagine trovata

In alto