Elezioni amministrative 2018

Siracusa, amministrative, Moschella sul ballottaggio apre anche a Reale: “Valuteremo i contenuti politici delle proposte”

SIRACUSA – “Sento il dovere di ringraziare i 7.101 elettori che mi hanno votato e, con loro, quei candidati al consiglio che hanno vissuto con coerenza il loro impegno. Grazie allo staff, ai volontari, ai leader della coalizione”. Fabio Moschella esterna così i suoi sentimenti di gratitudine a due giorni dalle amministrative che lo hanno visto “piazzarsi” quarto alle spalle di Reale, Italia (che andranno al ballottaggio tra 12 giorni) e Russoniello.

“Il primo turno – commenta a tal proposito Moschella – è stato deciso dal voto disgiunto che ha premiato Italia e non ha consentito a Reale di raggiungere il quaranta per cento. I miei voti corrispondono alla somma dei voti delle tre liste, non avendo dato vita ad alcuna iniziativa trasversale”.

Moschella si congratula anche con i suoi avversari nella corsa a Palazzo Vermexio e afferma, a sorpresa, di guardare a entrambi i candidati giunti al ballottaggio. “Con i miei competitori – spiega – al di là di qualche inevitabile asprezza, abbiamo dato vita ad un serio confronto politico e programmatico. L’elezione diretta del sindaco mette al centro il candidato. Noi abbiamo messo al centro il progetto e la politica e forse questo, nel generale clima di sfiducia e malessere, ci ha penalizzato. Il 13 per cento del nostro consenso è, come emerge con chiarezza dal voto, determinante ai fini del risultato del secondo turno. A chi ha raggiunto il ballottaggio – conclude l’esponente del Pd – spetta il dovere di esprimersi per primo. Valuteremo i contenuti politici e programmatici della proposta”. === VEDI ARTICOLO SU PRECISAZIONI DI FABIO MOSCHELLA ===


In alto