Cronaca

Siracusa, arrestato Luciano De Carolis per tentata estorsione con metodo mafioso a un bar

SIRACUSA – Questa mattina, su delega della Procura di Catania – Direzione distrettuale antimafia, i carabinieri del nucleo Investigativo del comando provinciale di Siracusa hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa il 4 giugno dal Gip di Catania nei confronti di Luciano De Carolis, 44 anni, per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un esercizio commerciale di Siracusa.

Secondo le risultanze delle indagini, lo scorso marzo, il De Carolis, conosciuto con il soprannome “Ciano u nanu”, dopo aver richiesto alcune consumazioni all’interno di un bar del capoluogo aretuseo, avrebbe preteso di non pagare il supplemento previsto per l’aggiunta di una dose di alcol superiore rispetto a quella normalmente versata. Al diniego del banconista e dell’addetto alla cassa, l’arrestato avrebbe proferito frasi ritenute dagli inquirenti “gravemente intimidatorie” e considerazioni “evocative delle condotte di tipo mafioso”, fino a sollecitare lo scontro fisico con il cassiere, che sarebbe stato evitato grazie all’intervento delle altre persone presenti.

Il De Carolis nei giorni successivi si sarebbe ripresentato nello stesso bar e, alle legittime rimostranze del gestore dell’esercizio commerciale per il comportamento dallo stesso tenuto in precedenza, avrebbe rimarcato il proprio atteggiamento “minaccioso” pretendendo di affrontare l’argomento con il titolare del bar, in quel momento assente.

La ricostruzione della vicenda e in particolare l’atteggiamento ritenuto aggressivo e intimidatorio del De Carolis sono stati ampiamente documentati dai carabinieri anche con l’ausilio di alcuni filmati estrapolati dal sistema di videosorveglianza del locale.

(foto di repertorio)


In alto