Cronaca

Siracusa, baraccopoli nelle campagne di Cassibile, sospese due aziende agricole

SIRACUSA – Una tendopoli in località Borgovecchio e una baraccopoli in località Stradicò, presumibilmente legate al caporalato diffuso, scoperte nelle ultime settimane dai carabinieri nelle campagne di Cassibile.

A seguito dell’individuazione anche della baraccopoli, i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro (Nil) di Siracusa e della stazione di Cassibile hanno eseguito ulteriori sei accessi ispettivi in altrettante aziende agricole del territorio, presso le quali sono state controllate 48 posizioni lavorative, di cui 10 sarebbero risultate irregolari sotto il profilo della durata dei turni di lavoro, che eccederebbero le 40 ore settimanali contrattualmente previste e 7 sarebbero completamente “in nero”.

In due delle aziende agricole ispezionate sono stati infatti trovati, rispettivamente 2 su 2 e 5 su 6  dipendenti in nero, e pertanto è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale per avere occupato in nero oltre il 20 per cento del personale in forza.

Le sanzioni amministrative irrogate ammontano a circa 25 mila euro, mentre sono in corso accertamenti per verificare la correttezza e correntezza dei contributi previdenziali in favore dei dipendenti occupati.


Nessuna immagine trovata

In alto