Eventi

Siracusa, “Basta all’inquinamento” nella zona industriale, sabato corteo con messaggio al sindaco

SIRACUSA – Il gruppo “Basta all’inquinamento dell’aria ad Augusta, Melilli, Priolo, Siracusa”, nato sui social network, annuncia un nuovo corteo per sabato prossimo, 21 ottobre, con raduno in largo XXV Luglio alle ore 15,30, nell’area antistante al Tempio di Apollo. La location, dunque, sarà Ortigia, centro storico del capoluogo e sede del Palazzo di città. Il corteo procederà per corso Matteotti, arrivando fino alla piazza Duomo, per sciogliersi entro le ore 17,30.

Il gruppo spontaneo di cittadini e attivisti, che su facebook ha superato i diecimila membri, ha l’obiettivo di “battersi perché a breve termine vengano ridotte le emissioni nocive nell’aria da parte delle industrie petrolchimiche e perché al più presto vengano interrotte del tutto” nel quadrilatero industriale.

L’annunciata manifestazione segue quella tenuta il 9 agosto scorso davanti al Tribunale di Siracusa, a sostegno del lavoro di indagine svolto dalla Procura che ha portato al decreto di sequestro preventivo per due raffinerie del petrolchimico (vedi articolo).

Ma quella di sabato è, nelle intenzioni dei promotori, la prima di quattro manifestazioni da organizzare nei comuni di Siracusa, appunto, Augusta, Melilli e Priolo Gargallo per coinvolgere i rispettivi sindaci. L’invito a “tutelare la salute collettiva”, questa volta, sarà indirizzato al primo cittadino del capoluogo, Giancarlo Garozzo. “L’aria è vita, e la nostra vita dobbiamo salvaguardarla”, questo il motto diffuso da attivisti e simpatizzanti per il corteo.

Il gruppo precisa di non avere finalità o velleità politiche, essendo autogestito da volontari. Per la realizzazione dei cartelloni, ad esempio, è stato chiesto il contributo creativo dei ragazzi del Liceo artistico “Gagini” di Siracusa.


In alto