Cronaca

Siracusa, breve blackout rete telefonica all’Arenella per tentato furto di rame, arrestati due giovani

SIRACUSA – Nella notte appena trascorsa sono stati arrestati dai carabinieri di Cassibile il 18enne agrigentino R.G., incensurato, e il 19enne ragusano Giovanni Cutello, entrambi residenti a Priolo Gargallo, per tentato furto di rame.

I militari li avevano seguiti fino all’Arenella, ove si prevedeva un “raid” per il trafugamento di cavi in rame della Telecom. Le informazioni acquisite dagli operanti si sarebbero dimostrate fondate allorquando, alle prime ore di questa notte, è stata notata, parcheggiata in alcuni anfratti di quella contrada, un’autovettura modello Lancia Ypsilon, carica di cavi di rame.

Secondo quanto reso noto dai militari, poco distante dal luogo in cui si trovava il mezzo, i due soggetti stavano operando e caricando gli ultimi cavi. Sorpresi i malviventi nella flagranza, anche al fine di interrompere l’azione delittuosa, i militari sono allora intervenuti riuscendo a bloccarli.

Nel corso dell’operazione sono stati rinvenuti, in gran parte già stipati all’interno dei bagagliai delle autovetture, alcune centinaia di chili di cavi in rame, mentre i due giovani sono stati dichiarati in stato di arresto e sottoposti ai domiciliari presso le rispettive abitazioni, a disposizione dell’Autorità giudiziaria, opportunamente informata.

La società telefonica, subito avvisata dal Comando provinciale Carabinieri, ha assicurato di ripristinare le linee nel giro di qualche ora, al fine di limitare al minimo il disagio per gli utenti.


In alto