Sport

Siracusa, Coltraro (SD): “Serve con urgenza un piano regionale del lavoro”

SIRACUSA – “ Serve con un urgenza un Piano regionale del Lavoro, che sblocchi il comparto edile riferito alle opere pubbliche, in modo da creare occasioni di reinserimento occupazionale a quei manovali esperti oggi confinati a casa e alla disperazione dalla crisi. L’isola rischia di svuotarsi di forza lavoro lasciata ad esaurirsi, registrando nuove emigrazioni di massa in atto e condannato la Sicilia ad un invecchiamento demografico precoce” . Lo ha dichiarato il deputato regionale  Giambattista Coltraro capogruppo di Sicilia Democratica.

“Le cifre sulle povertà emergenti fanno rabbrividire, così come i tassi di  disoccupazione e d’inattività lavorativa a livello provinciale, considerando che il territorio ospita l’indotto petrolchimico più grande d’Europa;  produzioni agricole d’eccellenza nonché un patrimonio paesaggistico e storico-archeologico di interesse turistico, da far invidia al resto del mondo, sebbene utilizzato al minimo delle sue potenzialità” Lo stato di diffusa sofferenza socio-economica  –  rileva il parlamentare regionale-  è dilagante soprattutto nel settore edilizio, sia residenziale sia riferito alle opere pubbliche. E’ avvilente osservare la disperazione di padri di famiglia, troppo giovani per andare in pensione e troppo vecchi per spendersi nel mercato del lavoro, con un grosso bagaglio  professionale, frutto di decenni di sacrifici, depositato “dentro casa”, per l’assenza di opportunità che la politica non sta riuscendo più a garantire, troppo impegnata a risolvere beghe di partito”.

“Tra i miei prossimi interventi all’Ars- anticipa il parlamentare siciliano- solleciterò lo sblocco di tutti quegli appalti di opere pubbliche cantierabili nell’immediato, per dare una boccata di ossigeno a questi cittadini resi inermi dalla crisi e dalla stasi politica che sta caratterizzando alcuni enti, un tempo strategici, come le ex province. Le mancate manutenzioni, il mancato avvio della realizzazione di nuove opere pubbliche- ricorda Coltraro- non soltanto creano situazioni di pericolosità e disservizi, ma soprattutto alimentano quelle sacche di disoccupazione (già all’orlo tra i giovani e tra i cinquantenni)  che vanno contenute mettendo in campo l’impegno di tutte le forze politiche”.

“ La gente ha diritto a non dovere tirare a campare- conclude- ha diritto a potersi mantenere e a fare vivere i propri figli in maniera dignitosa.  Bisogna prevedere un Piano regionale del lavoro, chiamando attorno a un tavolo tutti gli attori istituzionali dei singoli territori e stilare una scaletta di quali e quante opere, già ammesse a finanziamento, si possono portare a compimento, aprendo opportunità di inserimento lavorativo immediate, sebbene a termine.  Purtroppo, le persone stanno rinunciando persino ad andare dai dentisti tenendosi il dolore per mesi figuriamoci se pensano a rinnovare casa, per chi l’ha, quindi spetta al pubblico aprire spiragli di occupazione o assisteremo  a nuove emigrazioni di massa di siciliani verso altri Paesi, svuotando l’isola di energia vitale e condannandola a un invecchiamento demografico che merita riflessione”.


In alto