Cronaca

Siracusa, corsa clandestina di cavalli sulla provinciale per Canicattini Bagni, due arresti

SIRACUSA – Sabato scorso, agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra mobile di Siracusa, hanno tratto in arresto due siracusani, il 43enne Massimo Montalto e il 47enne Sebastiano Cannata perché colti “nella flagranza dei reati di attentato alla sicurezza dei trasporti pubblici, maltrattamento di animali, violazione del divieto di combattimenti tra animali”.

Intorno alle ore 14, una pattuglia della Squadra mobile, transitando lungo la Strada provinciale 14 che collega Siracusa a Canicattini Bagni, nel tratto compreso tra contrada Damma e il bivio “Cavadonna”, si è imbattuta in una corsa clandestina di cavalli e ne ha bloccato lo svolgimento.

Gli agenti hanno notato che la sede stradale era occupata da due cavalli in corsa, imbrigliati dai calessi condotti dai rispettivi fantini, con al seguito numerose persone a bordo di motocicli e autovetture. Considerata anche la situazione di pericolo per gli automobilisti in transito, per l’orario particolarmente trafficato, gli operatori hanno intimato immediatamente ai partecipanti l’ “alt polizia”.

Sono stati così bloccati il fantino, Sebastiano Cannata, e il proprietario di uno dei cavalli, Massimo Montalto, entrambi tratti in arresto e collocati ai domiciliari presso le rispettive abitazioni. Il cavallo e il calesse per la corsa sono stati sequestrati. Denunciati in stato di libertà anche due degli “spettatori” che seguivano la corsa.


In alto