Eventi

Siracusa, è il giorno dell’assemblea pubblica su Ortigia tra residenti, commercianti, albergatori e amministratori

SIRACUSA – Questo pomeriggio nella sala dell’Ortygia Business School, in via Roma 124, a partire dalle 18,30, si terrà l’assemblea aperta che il Comitato “Ortigia sostenibile” indice periodicamente al fine di consentire un produttivo confronto fra tutti i cittadini e i gestori di esercizi pubblici, albergatori, operatori turistici e, in questo caso, anche esponenti dell’Amministrazione comunale. Sono infatti annunciate la partecipazioni del vicesindaco Giovanni Randazzo e dell’assessore Fabio Moschella.

Sono invitati ad intervenire tutti, compresi i non residenti di Ortigia che possono avere l’opportunità di manifestare le loro opinioni sulla proposta, evidenziata nei programmi del nuovo sindaco e della sua Giunta, di decentramento di eventi e manifestazioni anche in altri quartieri della città.

Nel corso dell’assemblea si farà il punto della situazione attuale riguardo alla qualità della vita nel centro storico, a partire dall’osservazione delle criticità che ancora oggi, a detta dei promotori, risulterebbero invariate, quali “abuso di suolo pubblico, diffusione di musica ad altissimo volume senza limitazioni di orari, invasione di auto causate, tra altro, dall’eccessivo rilascio di pass, dehors concessi senza tenere conto della sicurezza in strade trafficate, paninerie, pizzerie, friggitorie, ristoranti in continua crescita, e per ultima si aggiunge quest’anno la devastante situazione dei rifiuti, frutto di una raccolta differenziata problematica che ha dato come risultato una completa anarchia trasformando ogni vicolo, ogni piazza, ogni strada in discarica; a Ortigia come altrove”.

“Al comitato arrivano numerose le segnalazioni – si legge nel comunicato stampa del Comitato “Ortigia sostenibile” – oltre che di semplici abitanti, di albergatori o gestori di b&b disperati per dover affrontare giornalmente i reclami dei propri ospiti: rumori, musica notturna, in speciale modo proveniente dalla Marina, che impediscono un regolare riposo. Ha parlato di “qualità dei servizi, di lotta alle forme di abusivismo”, il sindaco Francesco Italia, durante l’ultimo Forum all’Urban center, mentre Fabio Granata promette “più controlli e un nucleo specifico di Polizia municipale per garantire il rispetto delle regole”, ma ad oggi, nessun segnale di cambiamento. Le abitudini restano invariate. Le richieste dei residenti, dei viaggiatori ospiti nelle strutture alberghiere, dei visitatori costretti a vivere la loro vacanza nel caos totale, sono ad oggi del tutto ignorate”.


Nessuna immagine trovata

In alto