Elezioni amministrative 2018

Siracusa, elezioni amministrative, Granata tira dritto con Siracusa oltre e Diventerà bellissima

SIRACUSA – Fabio Granata prosegue la sua corsa senza alleanze verso Palazzo Vermexio, dopo aver già fatto uscire in città i manifesti della sua lista civica “Siracusa oltre“. Annuncia inoltre di aver ricevuto il “sostegno” del movimento del governatore regionale, “Diventerà bellissima“, che vedrebbe in Roberto Visentin il nuovo responsabile provinciale, dopo le defezioni in provincia, su tutte la recente adesione a Fratelli d’Italia di Paolo Cavallaro, il candidato del movimento alle scorse regionali (vedi articolo).

Mentre i partiti del centrodestra tirano le somme, proprio in questi giorni, per decidere quale candidato a sindaco investire ufficialmente tra quelli in campo che guardano a quell’area politica (Midolo, Milazzo, Reale, Vinciullo, in ordine alfabetico) e il Pd sembra convergere deciso sulla candidatura di Moschella, lasciando fuori l’uscente Garozzo, che comunque pare intenzionato a ricandidarsi con una lista civica.

Così Granata insiste sul leit motiv della sua comunicazione politica: “Tutta la mia campagna elettorale sarà incentrata sulla rigenerazione della Città: mi piace molto la parola rigenerare. Dopo anni di rottamare, asfaltare, distruggere, finalmente una parola positiva. Ri-generare, generare di nuovo una visione, un’idea, un sogno. Rigenerare la nostra Siracusa. Non distruggere il passato ma prenderne la parte buona aggiungere esperienze e idee e dargli nuova vita. È una parola, rigenerare, che profuma di buon senso, di progetti e di avvenire”.

Ribadisce la propria collocazione nel quadro politico che si delinea per le amministrative: “Il centro destra e il centro sinistra a Siracusa non esistono: il primo sarà rappresentato da uomini e liste fino a poco tempo fa al governo con Crocetta e con Garozzo, senza alcuna lontana rappresentanza della destra politica. Il secondo è frantumato in tre o quattro candidature e con una componente che sostiene il candidato di Forza Italia. Anche per questo noi siamo oltre. Senza padrini e senza padroni”.


In alto