Elezioni politiche 2018

Siracusa, elezioni politiche, si presentano le candidate Pd Amoddio e Furnari

SIRACUSA – Si è tenuta questa mattina in un albergo di contrada Spalla l’apertura ufficiale della campagna elettorale di Maria Alessandra Furnari e Sofia Amoddio, rispettivamente candidate al Senato e alla Camera nella coalizione di centrosinistra a trazione Pd. A dirigere il dibattito ci hanno pensato il sindaco di Ferla, Michelangelo Giansiracusa, e il vicesindaco di Siracusa, Francesco Italia.

All’appuntamento sarebbero dovuti essere presenti anche altri due candidati, Giovanni Giuca e Venerina Padua, assenti per impegni precedenti. Un incontro che ha conciliato la politica a momenti informali, il tutto per consentire ai presenti di conoscere a 360 gradi le due candidate. La prima a prendere la parola è stata Sofia Amoddio, già parlamentare e candidata alla Camera sia nel collegio uninominale, sia nel plurinominale. La deputata uscente ha raccontato il lavoro svolto negli ultimi cinque anni di governo, passando dal caso “Scieri” ai provvedimenti nazionali ritenuti dalla stessa di grande importanza come la legge “Resto al sud” o l’introduzione della legge sui reati ambientali.

Subito dopo è stato il turno di Maria Alessandra Furnari, candidata nel collegio uninominale Siracusa-Ragusa con la coalizione di centrosinistra e nel plurinominale con il Pd nel collegio della Sicilia orientale. Quella che probabilmente è la più giovane candidata al Senato ha ricostruito parte del proprio passato che undici anni fa l’ha ricondotta a Siracusa. “Sono tornata in Sicilia nel gennaio 2007 – ha detto la Furnari – e ho immediatamente deciso di ricominciare qui la mia professione, investendo sulla mia terra. Una scelta istintiva ma in questi undici anni non me ne sono mai pentita”.

Poi l’attenzione si è spostata allo slogan che accompagna la Furnari, “la cultura della responsabilità”. “L’intenzione – spiega ancora – è quello di legare due parole dal grande valore che insieme ne acquisiscono ancora di più. Cultura della responsabilità intesa come contributo che ognuno di noi deve dare per la cosa pubblica, non solo nelle azioni ma anche nelle parole. La mia campagna elettorale si baserà sul contributo che io potrò dare a questo territorio, tenendo sempre in prima linea i diritti del cittadino e soprattutto delle fasce più deboli”.

Subito dopo a salire sul palco sono stati l’assessore all’Ambiente del Comune di Siracusa, Pierpaolo Coppa e il sindaco Giancarlo Garozzo. Il primo, parlando della Furnari, l’ha definita “una ragazza molto competente, che ha grande coraggio, ma soprattutto una qualità importante in politica, quella di essere libera. Cosa che le consente di poter replicare a qualunque attacco senza timore. Per questo credo che abbia tutte le qualità per essere un’ottima senatrice”.

Il sindaco Garozzo invece si è invece soffermato sulla qualità dei nomi messi in campo dal Partito democratico. “Ho la presunzione di dire – ha detto il sindaco Garozzo – che qui c’è onestà e competenza per dare una proposta politica seria al territorio. A differenza di soggetti che nonostante occupino un posto in Parlamento da 24 anni, non abbiano mai fatto nulla per il territorio, o di chi sa fare solo demagogia senza però avanzare alcuna proposta concreta. Alessandra ha iniziato il percorso nel partito cinque anni fa e la sua candidatura nasce dalla competenza, così come per Sofia che negli ultimi cinque anni ha fatto tanto per il territorio siracusano e non”.


In alto