Politica

Siracusa, Fratelli d’Italia si riorganizza. Napoli commissario provinciale, Forestiere eletto nell’assemblea nazionale

SIRACUSA – In vista delle ormai imminenti elezioni politiche, in programma il prossimo 4 marzo, il partito guidato da Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, si riorganizza nella provincia di Siracusa. È stato nominato commissario provinciale Peppe Napoli, avvocato siracusano di 50 anni, che succede ad Alessandro Spadaro, il quale ha rassegnato le dimissioni nei giorni scorsi.

La nomina arriva dal neo coordinatore regionale del partito, Manlio Messina, consigliere comunale a Catania, chiamato a proseguire il proficuo operato di Sandro Pappalardo, entrato nella giunta Musumeci con le deleghe a Turismo, Sport e Spettacolo.

Contestualmente, viene reso noto che Pietro Forestiere, editore augustano di 34 anni, è stato eletto al recente congresso nazionale tenuto a Trieste nell’assemblea nazionale di Fratelli d’Italia, unico siracusano. Si tratta di una riconferma.

Il catanese Manlio Messina, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, dichiara: “Sono certo che Peppe Napoli, assistito dall’esperienza di Pietro Forestiere e da tanti dirigenti e militanti già al lavoro in provincia, potrà rilanciare l’azione politica della destra siracusana. Siracusa è fondamentale nel progetto politico di Fratelli d’Italia, come lo è nel programma del nuovo esecutivo di Nello Musumeci e dell’assessorato del nostro Sandro Pappalardo, sui quali ripongono grandi aspettative tutti i Siciliani. Fratelli d’Italia è un movimento aperto, a tutti i cittadini che condividono i nostri valori e la nostra idea per la necessaria inversione di rotta, in corso a Palermo e, auspichiamo, prossimamente anche a Roma”.

Mentre Peppe Napoli, neo commissario provinciale del partito, riferisce: “Sono onorato del ruolo che mi è stato affidato e ne sento tutta la responsabilità. Sono certo, nonostante il breve tempo e grazie al coinvolgimento delle comunità di Fratelli d’Italia, che saremo pronti ad affrontare le prossime scadenze elettorali, grazie anche a tutte quelle nuove realtà, dal capoluogo ai comuni della provincia, che vedono in Giorgia Meloni una leader autorevole e credibile per raccogliere le prossime sfide per il Paese”.


In alto