Eventi

Siracusa, Gay Pride dal 14 al 16 giugno. Gemellaggio con Catania, “Essere umani” il tema dell’evento

SIRACUSA – Siracusa gemellata con Catania nel segno del Gay Pride, che si terrà dal 14 al 16 giugno in città, con il Village, il cuore dell’evento, ubicato in piazza Cesare Battisti. Un Pride, nelle due città, che avrà nel mare l’elemento chiave.

I promotori puntano infatti sul mare come “simbolo del fenomeno dell’immigrazione e della non accettazione sociale”, “di rinascita e di speranza”. La novità di quest’anno è la sinergia tra Siracusa e Catania, che hanno sposato lo stesso documento politico e che a distanza di una settimana vedranno i due cortei sfilare, prima nella città di Aretusa e successivamente in quella etnea.

Una sinergia favorita dalla collaborazione nel tempo tra il presidente di Arcigay Siracusa, Armando Caravini, e il consigliere nazionale per Arcigay Catania Giovanni Caloggero.

“Il tema del Pride Siracusa 2018 si racchiude all’interno del logo scelto – dice il presidente di Arcigay Siracusa, Armando Caravini – ,”Essere umani”, che racchiude i tre temi centrali dell’evento: umanità, mare e resistenza”. “Una trinacria con delle catene spezzate – dice ancora Caravini – contornata da del filo spinato e con un cerchio arcobaleno proprio dove farà tappa il Pride”.

Il corteo finale, invece, partirà dal Foro Emanuele II per attraversare tutto il centro storico della città. “È già stato istituito il comitato Pride che, insieme ad Arcigay, è composto da: Anpi (Associazione nazionale dei partigiani), Amnesty International, associazione culturale a Bedda Sicilia, Rete degli studenti medi, Centro antiviolenza antistalking La Nereide, Accoglierete (associazione a tutela dei minori stranieri), Rea, Cposa e dei sindacati Cgil e Uil”, dice con soddisfazione Amando Caravini. “Siamo felici di collaborare con Catania – dice in conclusione Armando Caravini – in quanto questo “gemellaggio” si tradurrà con una maggiore partecipazione in un Pride molto più sentito che porta a galla una tematica importante, attuale e di estremo valore”.

L’esponente catanese di Arcigay, Giovanni Caloggero, consigliere nazionale dell’associazione, aggiunge: “Siamo uniti, oltre che da una forte amicizia, anche da un documento politico comune, che ha fatto individuare sia per Siracusa sia per Catania l’esigenza di trovare nel mare il luogo più simbolico ed emblematico per parlare di accoglienza e di migranti. Sia Siracusa sia Catania sono due città con uno splendido mare, che ci hanno spinto a sposare un documento politico unico che ci vedrà impegnati a Siracusa giorno 16 giugno ed a Catania il 23”.

(nella foto di repertorio: Siracusa Pride 2016)


In alto