PUBBLICITÀ ELETTORALE
Cronaca

Siracusa, giovane ferito al bar con un colpo di arma da fuoco, fermati due ventenni siracusani

SIRACUSA – Nel pomeriggio di ieri, la Squadra mobile della Polizia e il Norm dei Carabinieri hanno dato esecuzione a fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Siracusa, a carico del 26enne Carmelo Cassia e del 23enne Angioletto Latina, entrambi siracusani, per il “ferimento con arma da fuoco avvenuto il 20 settembre scorso, in danno di un giovane all’interno di un bar”.

Il 20 settembre, il giovane, ferito da un colpo di arma da fuoco alla gamba sinistra, si era presentato al pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I”. Le immediate indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, svolte dal personale della locale Squadra mobile e dai Carabinieri, hanno consentito di ricostruire che il ragazzo avrebbe avuto un alterco con due clienti, riconosciuti in Cassia e Latina, i quali si erano allontanati dal bar, tornando poco dopo.

Sempre secondo le ricostruzioni investigative, a quel punto, il Cassia avrebbe esploso all’indirizzo della vittima, da distanza ravvicinata, un colpo di arma da fuoco colpendo la vittima alla gamba sinistra. Le immediate ricerche dei due giovani avevano dato esito negativo, in quanto i due giovani si erano resi irreperibili.

Nella giornata di ieri, la Procura della Repubblica di Siracusa ha emesso fermo di indiziato di delitto e i due sono stati rintracciati dalla Polizia di Stato e sottoposti al fermo congiuntamente dalla Squadra mobile e dal Nucleo operativo dei Carabinieri. È stata inoltre sequestrata l’arma modificata usata per il ferimento.

Dopo le formalità di rito, il Cassia e il Latina sono stati posti a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa e associati presso la locale casa circondariale “Cavadonna“.

(foto di repertorio)


PUBBLICITÀ ELETTORALE
In alto