Cronaca

Siracusa, identificato il cadavere dell’uomo nell’auto bruciata alla Mazzarona. Suicidio o esecuzione?

SIRACUSA – Identificato il cadavere dell’uomo trovato ieri sera all’interno di una Fiat 500 bruciata in via Foti, alla Mazzarona, proprio a ridosso della chiesa di San Corrado Confalonieri. Si tratta di Angelo Caruso, siracusano, di 60 anni, disoccupato e incensurato. L’ispezione cadaverica, effettuata sui resti dal medico legale Vincenzo Coco, ha fatto luce sull’identità dell’uomo.

Decisivi i reperti rinvenuti dalla polizia scientifica giunta sul posto. Il cadavere dell’uomo si trovava al posto di guida dell’auto che è stata distrutta dal rogo spento da una squadra dei vigili del fuoco. Il mezzo è stato rimosso dal luogo, nel cuore del rione nella zona nord della città, solo in tarda mattinata.

Il magistrato che si sta occupando della vicenda è Carlo Enea Parodi. Le indagini proseguono e tendono a fare chiarezza sull’origine del rogo, in particolare se si sia trattato di un suicidio o di  un’esecuzione.


In alto