Cultura

Siracusa, il museo Leonardo da Vinci e Archimede al Rome Museum Exhibition

SIRACUSA – Il museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa a Rome Museum Exhibition [RO.ME.], la prima edizione della manifestazione sui musei, sui luoghi e sulle destinazioni culturali, organizzata da Fiera di Roma e ISI.Urb, con il patrocinio della Commissione Italiana per l’Unesco, Regione Lazio, Roma Capitale e nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Il museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa parteciperà alla manifestazione, in programma alla Fiera di Roma dal 29 novembre all’uno dicembre, con il patrocinio della Città di Siracusa e in sinergia con il museo internazionale delle macchine di Leonardo da Vinci Firenze di Gabriele Niccolai. E lo farà con lo scopo di promuovere non solo la propria attività ma l’intera città di Siracusa, custode di un patrimonio storico-artistico, archeologico e paesaggistico unico al mondo, con eccellenze nel campo della tutela, della conservazione e del restauro dei beni culturali.

Maria Gabriella Capizzi, responsabile del Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa precisa: «Crediamo che una progettazione ben pianificata, accompagnata dall’attivazione di sinergie con le risorse del territorio, non possa che migliorare l’offerta, già qualificata, della nostra città. E’ in quest’ottica che il museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa intende non solo impegnarsi ad arricchire il “prodotto cultura” già presente nel territorio con iniziative di richiamo ma dar vita a un’azione di valorizzazione e promozione della città aretusea in Italia e all’estero, tramite iniziative come la partecipazione a Rome Museum Exhibition. In quest’occasione, quindi, la nostra città sarà presentata, e rappresentata, come un sistema di attrattori culturali e ambientali, un museo diffuso in grado di sviluppare un’offerta integrata di turismi, di promuovere il territorio e valorizzare luoghi, memorie, conoscenze e artigianalità che fanno della nostra terra un circuito di bellezza straordinariamente esteso».

Ma la tre giorni romana, per il Museo di Leonardo da Vinci  Archimede e di Siracusa, rappresenterà anche la preziosa occasione per rinsaldare la collaborazione con l’Archivio Generale dei Carmelitani e il suo responsabile Padre Mario Alfarano, che proprio in quei giorni Maria Gabriella Capizzi incontrerà. Il museo dedicato a Leonardo e Archimede ha infatti promosso uno studio sull’Ex convento del Ritiro di via Mirabella che ospita il museo e su suor Carmela Montalto, alla quale si deve la nascita del settecentesco edificio. Uno studio avviato da Gastone Saletnich, dottore in Storia medievale e archivista, nonché componente del comitato scientifico del museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa. E parte di questa storia, e della vita della religiosa in particolar modo, è stata ricostruita grazie al prezioso contributo non solo della Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa ma anche dell’Archivio Generale dei Carmelitani, del suo responsabile, padre Mario Alfarano e dell’archivista Simona Serci.

 


In alto