News

Siracusa, il procuratore Giordano trasferito a Catania. C’è la conferma del plenum del Csm

SIRACUSA – Formalizzato il trasferimento del procuratore capo di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, alla Procura generale di Catania presso la Corte di appello, con funzioni di sostituto procuratore generale. Lo ha deliberato il plenum del Csm.

Giordano lascia così la guida della Procura di Siracusa. Su di lui pendeva la richiesta avanzata dalla prima Commissione di un trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale. Anticipando la decisione sul punto, Giordano ha chiesto un trasferimento “in prevenzione” alla Procura generale di Catania, con il ruolo di sostituto. Il plenum ha quindi dato il suo assenso. Il provvedimento comporterà l’archiviazione della procedura che era stata aperta a suo carico.

La prima Commissione aveva chiesto il trasferimento d’ufficio, ritenendo che Giordano non avesse più la fiducia dei sostituti. Due anni fa proprio quegli stessi sostituti, otto, avevano inviato un esposto al Csm, al ministro della Giustizia e alla Procura di Messina, da cui è scaturita l’inchiesta che nel febbraio scorso portò all’arresto dell’ex pm di Siracusa, Giancarlo Longo, accusato di aver pilotato fascicoli di indagine per favorire clienti di peso di due avvocati, in cambio di soldi e viaggi di lusso.


In alto