Cronaca

Siracusa, incendiata auto dell’avvocato Gabriella Mazzone. Numerosi attestati di solidarietà

SIRACUSA – Intorno all’1 della notte appena trascorsa, un incendio ha distrutto la macchina dell’avvocato siracusano Gabriella Mazzone, legale dell’associazione “Astrea“.

Lo rende noto la stessa associazione. “In attesa di conoscere l’esito delle indagini, l’associazione si pone a fianco di una professionista che si spende quotidianamente ed instancabilmente per la tutela dei più deboli, dei disabili, delle donne maltrattate, dei bambini, degli ultimi”, sottolineano nel comunicato la presidente Rossana La Monica e i soci.

Interviene per manifestare solidarietà l’avvocato Daniela La Runa, che proprio un anno fa subì l’incendio della propria auto nel capoluogo. “Ho appena appreso che la macchina della collega avvocata Gabriella Mazzone stanotte è stata incendiata – scrive – A poco più di un anno da quando la mia vettura prese “casualmente” a fuoco (era il 7 febbraio) oggi viene colpita un’altra professionista le cui battaglie (in primis l’ideazione del comitato no ddl pillon) hanno le medesime finalità di quelle mie e del centro che presiedo. E ancora oggi, più di un anno fa, sono convinta che è per questo che si deve andare avanti sempre più forti e determinate perché certe scelte di vita si pagano, ma il “gioco” vale il prezzo. Gabriella Mazzone io sono con te”.

Anche dalla politica cittadina, arrivano numerosi gli attestati di solidarietà. Pubblichiamo qui di seguito i primi pervenuti alla redazione.

“Una piena solidarietà per il vile atto intimidatorio ed un forte incoraggiamento ad andare avanti”, li manifesta il sindaco Francesco Italia a Gabriella Mazzone. “L’auspicio – aggiunge il sindaco – è che le autorità facciano piena luce al più presto su questo ennesimo episodio che, di per sé gravissimo, sarebbe ancor più inquietante se collegato all’attività che Gabriella Mazzone svolge nel campo del sociale a difesa dei diritti delle fasce più deboli”.

“Tutto il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia si stringe attorno all’avvocato Mazzone per questo ennesimo e gravissimo episodio di violenza, dopo quello toccato all’avvocato Daniela La Runa a Siracusa e all’avvocato Adriana Quattropani a Pachino”, fa sapere l’avvocato Paolo Cavallaro, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, ricordando due precedenti subiti da colleghi.

“Il gesto è vile e deprecabile ma se a subirlo è un avvocato, tra l’altro impegnata verso la tutela dei più deboli, tutto assume un aspetto ancora più inquietante. Ci auguriamo che presto venga fatta piena luce sull’episodio e individuati i responsabili”, aggiunge richiamando infine l’attenzione sulla questione sicurezza. “Carenze di risorse umane, di mezzi, di stanziamenti economici, rendono alcune zone della città prive di controllo efficace – conclude il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia – Ringraziamo sempre le Forze dell’Ordine per quello che fanno, spesso in condizioni difficili, ma facciamo un’accorato appello a S.E. il Prefetto, agli amministratori e alla politica tutta perché si individuino gli strumenti adeguati per investire nella prevenzione e per garantire ai cittadini tutti maggiore sicurezza”.

Prossima – La città delle persone”, il movimento politico fondato dall’ex assessore comunale Valeria Troia, nell’esprimere solidarietà commenta: “Avvocato sensibile alla difesa dei più deboli, vittima, la scorsa notte, di un atto riprovevole. Confidando nell’opera attenta e scrupolosa degli investigatori, “Prossima” ribadisce il proprio no contro ogni forma di violenza e sopruso”.

(Foto generica)


In alto