Sport

Siracusa, karate: grande successo del 2° Trofeo Syraka, ecco i risultati degli atleti aretusei

SIRACUSA – Importanti risultati e un forte segnale di crescita del karate nel territorio siracusano emergono dal 2° Trofeo Syraka, organizzato dall’Asd Tiger Karate Shotokan Siracusa. La manifestazione sportiva, che ha visto la presenza di centinaia di presenze, tra atleti, insegnanti, accompagnatori e il folto pubblico, si è svolta lo scorso 30 aprile nella palestra Akradina di Siracusa.

Questi i risultati conseguiti dagli atleti siracusani: Alessandra Petrolito 1ª nei kata e 1ª nel kumite categoria Juniores; Minerva Lorenzo 1° nei kata &  2° nel kumite categoria Juniores, Giuseppe Chimirri 1° nei kata e 1° nel kumite; Matteo Sessa 2° nei kata e 2° nel kumite; Pietro Motta 1° nei Kata e 3° nel kumite; Leandro Denaro 9° nei kata su 18; Mulè Gabriele 11° nei kata su 15; Arsì Andrea 12° nei kata e 5° nel kumite; De Luca Davide 4° nei kata; Miceli Fabrizio 3° nei kata; Niccolò Ricca 7° nei kata; Gabriele Formisano 3° nei kata; Gabriele Iannuso 3° nei kata; Flavio Cilio 2° nei kata; Joele Sarcià 17° nei kata; Giuseppe Vannella 10° su 15 nei kata; Lorena Maiorca 3ª nei kata e 2ª nel kumite; Arianna Renda 2ª nei kata e 1ª nel kumite; Isabella Renda 2ª nei kata; Sarah Zammitti 1ª nei kata e 3ª nel kumite; Federica Ferro 1ª nei kata e 2ª nel kumite; Valentina Sinatra 2ª nei kata; Vittoria Lo Monaco 4ª nei kata; Paolo Vinci 6° nei kata e 3° nel kumite; Fabiana Cilio 2° nei kata.

Soddisfazione è stata espressa dalla presidente ed istruttrice della Tiger Karate Shotokan Siracusa, Alessandra Petrolito, che non ha nascosto la propria gioia per gli esiti di questa edizione del trofeo, dato il coinvolgimento di società di livello regionale, in meno di tre anni di organizzazione.

“Grande soddisfazione anche per gli importanti risultati portati a casa in così poco tempo dagli atleti siracusani, dai più piccoli ai più grandi, ma la cosa di cui sono più fiera – ha aggiunto la presidente Petrolito – è che stiamo portando avanti il nome di Siracusa, attraverso queste manifestazioni. Purtroppo, ad oggi, non registriamo alcun sostegno, a livello comunale e regionale, con fondi sportivi per la nostra società in modo tale di poter andare ancora più avanti non solo per noi, ma per il nostro territorio”.

C’è spazio anche per una dedica speciale: “Desidero rivolgere un pensiero ed un ringraziamento a mio padre, Salvatore Petrolito, maestro e vicepresidente della società, che mi ha insegnato tanto e sostenuto sempre anche nelle difficoltà e sconfitte. Spero che la città di Siracusa sia fiera di noi tutti sportivi ed un giorno ne possa riconoscere meriti ed impegno”.


In alto