News

Siracusa, la crisi del Libero consorzio. Carmela Floreno: “Nominare la commissione che deve gestire la fase del dissesto”

SIRACUSA – Velocizzare la firma del decreto di nomina della della commissione che dovrà gestire la fase del dissesto. Lo ha chiesto Carmela Floreno, commissario del Libero consorzio comunale ai deputati regionali e nazionali di Siracusa durante l’incontro di questa mattina.

La dirigente ha sollecitato interventi normativi per garantire la vita dell’ente, stretto nella “morsa” di numerosi creditori che attendono il pagamento di servizi e forniture di vario genere prestati in passato. Una questione che sta a cuore al commissario, che ha ricordato come il Libero consorzio non possa utilizzare neanche i cosiddetti fondi vincolati del 2018, che potrebbero consentire di soddisfare coloro i quali vantano crediti per interventi in materia di viabilità ed edilizia scolastica.

La Floreno ha posto l’accento anche sulla necessità di entrate certe che consentano al Libero Consorzio di redigere il bilancio. Per questa ragione è tornata a chiedere che sia rivista la norma sul prelievo forzoso operato dallo Stato nei confronti dell’ex Provincia regionale. I rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl, Uil, Csa e Ugl non hanno voluto mancare all’appuntamento, al quale ha partecipato anche l’assessore regionale all’agricoltura Edy Bandiera.

Alcune risposte sono arrivate in maniera tempestiva. Per quanto riguarda la nomina della commissione che dovrà gestire la fase del dissesto, infatti, la parlamentare Stefania Prestigiacomo ha assicurato il massimo impegno. Da parte delle due deputazioni, è stata garantita la massima attenzione verso le varie problematiche che hanno causato al Libero consorzio una gravissima crisi finanziaria. La deputazione ha preso atto, dopo l’intervento del commissario Floreno, che l’ente di via Roma, per la situazione in cui versa, non può essere messo sullo stesso piano delle altre ex Province.


In alto