News

Siracusa, la lotta al traffico illecito il tema della tre giorni all’International Institute for Criminal Justice and Human Rights

SIRACUSA – Rafforzare la lotta al traffico illecito in Europa sudorientale è il tema della prima riunione di esperti internazionali che è iniziata oggi a Siracusa presso la sede del Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights. Inserito all’interno di un nuovo e ambizioso progetto di assistenza tecnica lanciato dall’Istituto nel settembre di quest’anno – e supportato da PMI IMPACT, un’iniziativa globale di Philip Morris International – il meeting durerà fino a mercoledì 15 Novembre e vedrà la partecipazione di diversi esperti mondiali del settore.

L’obiettivo principale del meeting consiste nel predisporre report tecnici sulla lotta al traffico illecito nei diversi paesi coinvolti nel progetto (Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Grecia, Kosovo, Macedonia, Montenegro, Romania, Serbia, Slovenia e Turchia) e di tracciare delle linee guida in chiave nazionale per affrontare più efficacemente i fenomeni legati al traffico illecito, in particolare il traffico di esseri umani, degli stupefacenti, del tabacco e delle armi, attività tutte saldamente in mano al crimine organizzato.

La riunione di esperti è stata inaugurata stamane dal Dott. Filippo Musca, Vicedirettore Generale del Siracusa International Institute e sarà coordinata per la sua intera durata dal Dott. Tobias Freeman, responsabile del progetto, e dal Dott. Stefano Betti, in veste di consulente scientifico.

Nella giornata di oggi i lavori saranno principalmente dedicati alle presentazioni dei singoli esperti e da una panoramica generale sulle prospettive nell’intera regione. Tema, quest’ultimo, che sarà evidenziato dall’ambasciatore serbo Uglješa Zvekić. I lavori del meeting proseguiranno fino a mercoledì, giornata in cui gli esperti definiranno e finalizzeranno le linee guida per affrontare in maniera più efficace la lotta al traffico illecito nei diversi paesi.


In alto