Politica

Siracusa, l’apertura degli asili nido slitta a gennaio?

SIRACUSA – Rischia di diventare una vera patata bollente la questione asili nido: infatti, nonostante le rassicurazioni precedenti arrivate dall’amministrazione, la gara per la gestione continua a slittare e le nuove scadenze sono fissate per l’8 e il 20 novembre. Data la tempistica, in molti pensano che l’attivazione non avverrà prima di gennaio. Fra questi Gianluca Scrofani, portavoce di “Cantiere Siracusa”.

“I cittadini hanno il diritto di avere tempi certi riguardo all’apertura degli asili – dichiara Scofani -. Come avevo già anticipato, la gara per la gestione degli asili nido, i cui termini di presentazione per le offerte sarebbero scaduti il 24 ottobre, era piena di incongruenze ed errori sostanziali, per cui l’amministrazione ha dovuto ritirare il bando per poi riproporlo con le nuove scadenze dell’8 e del 20 novembre”.

“Si tratta degli asili di via Alessandro Specchi, via Servi di Maria e del Tribunale, servendo complessivamente 140 bambini -precisa Scrofani – Non risulta purtroppo neanche avviato l’iter procedurale di gara per gli asili di via Luigi Cassia, di via Basilicata e via Mazzanti che servono altri 200 bambini. Un evidente imbarazzo nascosto dal più profondo silenzio”.

“L’iter di gara -conclude il leader di Cantiere Siracusa – avviato solo poche settimane fa, a due mesi dal consueto inizio delle attività, purtroppo fa ipotizzare l’apertura delle strutture verosimilmente a gennaio. Pretendiamo, per chiarezza nei confronti dei cittadini, di conoscere le reali condizioni generali e di dettaglio, che, secondo l’amministrazione, hanno motivato questo enorme ritardo”.


In alto