Segnalazioni

Siracusa, lettera aperta di un cittadino sulla movida notturna: turisti e lavoratori “massacrati dal rumore assordante”

SIRACUSA – Riceviamo una lettera aperta da un cittadino siracusano, Pippo Santo, con la quale intende fornire un punto di vista da residente sulla movida notturna nelle località balneari aretusee, in riferimento alla recente proposta di posticiparne gli orari di chiusura formulata dal commissario provinciale di Forza Italia Edy Bandiera (vedi articolo).

Scrive: “In riferimento alla dichiarazione rilasciata dall’onorevole Edy Bandiera in merito all’orario della movida notturna a Siracusa, inviterei il rappresentante di Forza Italia a sentire il parere di quanti nelle zone cittadine e marine, pur avendo diritto ad un giusto riposo, sono costretti ad imprecare contro i volumi scassa timpani; a sentire quei turisti che, venuti a Siracusa per riposare, scappano dagli alberghi e dai b&b della costa, perché massacrati dal rumore assordante; a sentire quei lavoratori che dovendo alzarsi prima dell’alba, devono attendere per dormire, che finisca il tam-tam e defluisca il pubblico, a volte chiassoso e litigioso per un bicchiere di troppo”.

Aggiunge: “Vorrei infine ricordare all’onorevole Bandiera che l’elettorato non è costituito solo dai giovani, ma anche da tutti coloro che vedono calpestati i loro diritti a causa della movida. Lo invito a voler trascorrere una serata nella zona del Plemmirio, dove una discoteca di ultima generazione sta calpestando senza ritegno i diritti dei cittadini, creando a causa di un parcheggio selvaggio sulla provinciale, seri pericoli di sicurezza ed ordine pubblico”.

(foto di repertorio)


In alto