News

Siracusa, nuovo ospedale, l’assessore regionale Razza: “Sarà scelta del nuovo direttore Asp e della nuova amministrazione” [Video]

SIRACUSA – In occasione dell’incontro di commiato per Salvatore Brugaletta, che dopo quattro anni lascia la guida dell’Asp di Siracusa perché chiamato a dirigere l’Asl Cuneo 1, l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, si è espresso sul progetto del nuovo ospedale di Siracusa.

Intervistato ieri prima dell’ingresso alla sala riunioni della direzione generale Asp Siracusa, in corso Gelone, evidentemente consapevole che la questione è entrata tra i temi della campagna elettorale ormai in dirittura di arrivo, l’assessore regionale ha coniugato i verbi al futuro.

“Un progetto che interesserà soprattutto anche il nuovo Comune di Siracusa – ha detto Razza – Mi sono dato l’impegno di non entrare, a maggior ragione nell’ultima settimana di campagna elettorale, in vicende che riguarderanno la città. Non è un mistero che la Regione Siciliana debba riprogrammare i fondi per le infrastrutture, quelli che richiamano all’articolo 20, e che ci sia stata una richiesta da parte dell’Asp di Siracusa per vedere finanziato il progetto di realizzazione del nuovo ospedale. Ci si è fermati sull’indicazione dell’area”.

Per l’uscita dall’impasse, l’assessore regionale guarda al post-elezioni: “Il mio auspicio è che il nuovo direttore generale dell’Asp (che, a suo dire, dovrebbe essere nominato “prima dell’estate”, ndr) e la nuova amministrazione di Siracusa, quale che sia, quindi quella che sceglieranno i cittadini di questa città, si potranno mettere a lavorare subito perché c’è un’importante scelta da compiere e soprattutto c’è un’attesa enorme da parte dei cittadini di Siracusa di vedere anche dal punto infrastrutturale una sanità all’altezza dei livelli nazionali”.

Ecco il nostro servizio con le interviste a Salvatore Brugaletta e Ruggero Razza.


Nessuna immagine trovata

In alto