Cronaca

Siracusa, picchia la compagna e le rompe il naso: arrestato trentunenne

SIRACUSA – Nella giornata di ieri, i carabinieri del Norm di Siracusa sono intervenuti a seguito di una violenta lite familiare fra conviventi, in cui un trentunenne, con precedenti di polizia, al culmine dell’ennesimo litigio, avrebbe aggredito la compagna picchiandola con violenti calci e pugni. L’uomo, C.A., dopo essere stato rintracciato, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni e tradotto nel carcere di Cavadonna.

Secondo la ricostruzione della vicenda effettuata dai militari, non sarebbe l’unico episodio di violenza subito dalla donna ventottenne. In quest’ultimo caso, l’uomo avrebbe iniziato ad aggredirla fisicamente, minacciandola di morte, dopo l’ennesimo diverbio presumibilmente scaturito per la gelosia nutrita nei confronti della convivente.

La donna è fuggita da casa rifugiandosi dai propri familiari. È stata quindi accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I”, ove ha ricevuto 21 giorni di prognosi per la “frattura delle ossa nasali”, “ferite multiple”, oltre a un “evidente stato ansioso”.

(Foto generica)


In alto