Cronaca

Siracusa, quarantottenne accusato di maltrattamenti e lesioni in danno della moglie: allontanato dalla casa familiare

SIRACUSA – Agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, hanno eseguito un provvedimento di misura dell’allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nei confronti di un uomo quarantottenne, residente a Siracusa.

Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Siracusa, scaturisce dalla presunta violenta condotta dell’uomo, che, secondo l’accusa, avrebbe maltratto la moglie anche in presenza dei figli minori, sottoponendola ad aggressioni fisiche e verbali, inveendo contro la stessa e i propri figli, picchiandola ripetutamente, invitandola ad intraprendere l’attività di prostituzione al fine di soddisfare i propri bisogni economici, sino a puntarle un coltello da cucina al collo tanto da cagionarle delle lesioni.

L’Autorità giudiziaria ha, pertanto, deciso la suddetta misura cautelare, eseguita dagli agenti della Polizia di Stato, per maltrattamenti familiari e lesioni personali aggravate, prescrivendo che l’uomo non può fare rientro nella casa familiare, né può accedervi senza autorizzazione e non può avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa.

(foto di repertorio)


In alto